2184x268micieli
onoranzescillieri
attualmobili1350

“Il volontariato non chiede ricompense”: il messaggio dell’assemblea del CSVE

0 258

Venerdì pomeriggio, presso la Biblioteca Comunale di Santa Croce Camerina, si è tenuta l’Assemblea del Distretto di Ragusa 1 e 2 per l’anno 2017 del Centro di Servizio per il Volontariato Etneo. Il presidente Regionale Avis Sicilia, Salvatore Mandarà, ha dato un caloroso benvenuto a tutti i partecipanti ricordando l’importanza della solidarietà e della collaborazione tra le associazioni di volontariato e la pubblica amministrazione al fine di tutelare i diritti del cittadino. La Dott.ssa Angela Litteri ha fornito, a noi tutti, una molteplicità di spunti di riflessione in merito alle criticità riguardanti le associazioni di volontariato. Tali lacune sono emerse in seguito alla somministrazione di un questionario, contenente più di cento domande, ai vari volontari siciliani. E’ chiaro a tutti che tanto è stato fatto ma tanto altro deve essere ancora fatto.

Il Prof.re Santo Carnazzo ha esposto, in maniera chiara ed esaustiva, le evidenti criticità contenute nel Decreto Legge sulla Riforma del Terzo Settore poichè ostacola di fatto il controllo, già lacunoso, delle associazioni siciliane adesso subordinate a Roma; impone loro una tassazione fiscale e legittima il volontario a percepire una ricompensa forfettaria per il volontariato svolto, favorendo così gli interessi di alcuni malavitosi. Il volontariato invece è e deve continuare ad essere praticato da risorse umane protese alla solidarietà e all’altruismo, senza fini di lucro o malsani individualismi. Altro nodo centrale è l’importanza dei giovani all’interno delle associazioni di volontariato in un’ottica i cui gli anziani devono essere al servizio dei giovani e quest’ultimi al servizio di loro stessi. Solo in questo modo si riuscirà a cambiare mentalità e a favorire il cambiamento.

Paolo Santoro, dello stesso avviso, ha ribadito, ancora una volta l’importanza che hanno i giovani all’interno della rete associativa rivolgendosi, in particolar modo, ai dieci volontari avisini del SCN presenti in sala. Ogni volontario deve essere stimolato, motivato e valorizzato così da poter dare sempre più e cooperare per un’associazionismo vivo e dinamico. Di focale importanza sono stati gli interventi del sindaco di Santa Croce Camerina, Dott. Giovanni Barone e dell’assessore all’Associazionismo e Volontariato Terzo Settore, Giulia Santodonato, i quali hanno manifestato l’intenzione di creare una rete sempre più solida tra amministrazione comunale e associazioni terzo settore presenti nel territorio camarinense. Grazie all’operato e al volere dell’assessore Santodonato, dal prossimo anno, anche il Comune di Santa Croce Camerina potrà godere dell’importante risorsa che rappresentano, a livello nazionale e regionale, i volontari del SCN. L’assemblea si è conclusa con un ricco buffet offerto dal CSVE.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.