biancadinavarra
2184x268micieli
onoranzescillieri
attualmobili1350

Rissa in discoteca, ragazzo col polmone perforato: arrestati gelesi e albanesi

0 171

Una violenta rissa ha scosso, nella notte tra il 6 e il 7 gennaio, una discoteca del ragusano. Grazie al pronto ed immediato intervento dei Carabinieri, la rissa è stata sedata e sono stati individuati i responsabili. Sei di loro sono stati arrestati e sottoposti ai domiciliari. Si tratta di 2 gelesi e 4 albanesi tutti dell’età compresa tra i 19 e i 28 anni. I protagonisti, tra i quali alcuni con precedenti di polizia, si sono affrontati con tirapugni e coltelli. Al momento i Carabinieri ipotizzano che all’origine della rissa ci possa essere stato un apprezzamento nei confronti di una ragazza, a seguito del quale, è nata un’accesa discussione degenerata rapidamente. I giovani sono stati medicati presso gli ospedali di Ragusa e Vittoria. Ad avere la peggio un giovane che ha subito la perforazione a seguito di arma da taglio di un polmone. E’ stato lui a riportare le conseguenze peggiori, anche se per fortuna non è in pericolo di vita. Anche gli  altri giovani sono rimasti feriti nella rissa riportando ferite al volto e alla testa. I responsabili, dunque, al termine delle formalità, venivano tratti in arresto e posti ai domiciliari in attesa di giudizio, su disposizione del PM della Procura di Ragusa, Dottor Sodani.

I Carabinieri della Compagnia di Ragusa, sono impegnati, quotidianamente, in servizi preventivi mirati a garantire la sicurezza e l’incolumità pubblica. In questi giorni infatti sono stati intensificati i controlli nei principali centri di attrazione della città iblea, tra i quali locali, pub, bar. I controlli sono finalizzati a garantire il regolare svolgimento delle attività sociali, ad assicurare l’incolumità pubblica e a reprimere gli eventuali abusi derivanti da sostanze alcoliche/stupefacenti.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.