2184x268micieli
onoranzescillieri
attualmobili1350

Avisiadi, tutti in campo a Caltanissetta per la quarta edizione dell’evento

0 179

Nove squadre, circa cento partecipanti, allegria, amicizia e un solo nome: AVIS. Ecco il segreto del successo della quarta edizione delle Avisiadi regionali, organizzate il 28 e 29 luglio presso il Cefpas di Caltanissetta, dalla Consulta Giovani Sicilia con la preziosa collaborazione di AVIS Sicilia, AVIS Caltanissetta e di tutte le AVIS provinciali. Due giorni di gioco che hanno permesso ai giovani avisini siciliani di incontrarsi, fare gruppo e contribuire a rendere ancora più solide le basi di una realtà, quella associativa AVIS, già consolidata sul territorio. “La scelta di Caltanissetta non è stata un caso – ha dichiarato Vincenzo Fresta, coordinatore della Consulta – essa è per la prima volta rappresentata all’interno della Consulta ed era giusto svolgere l’evento in questa provincia. Sono orgoglioso del gruppo che, insieme a me, ha organizzato queste due giornate lavorando con costanza e determinazione. In questi mesi siamo stati affiancati da due grandi amici della Consulta, Ninni e Damiano, a loro va il nostro grazie non soltanto per l’aiuto ricevuto, ma per avere dimostrato come non sia necessario ricoprire una carica per collaborare ad un’iniziativa. Le Avisiadi – ha continuato Fresta- rappresentano la prova di quanto fare aggregazione, all’interno di un’associazione sia importante, soprattutto se fatta dai giovani che, pur divertendosi, non dimenticano mai il motivo per cui sono in AVIS: donare sangue e fare promozione per salvare delle vite”.

Proprio il “fare aggregazione” è stato l’obiettivo della Consulta, per tanto le nove squadre erano identificate con dei colori e non con i nomi delle province, come le precedenti edizioni. I partecipanti hanno estratto un foglietto con il colore della maglia appartenente alla squadra in cui avrebbero giocato. Le squadre sono state realizzate, con grande entusiasmo da parte dei partecipanti, in modo che, al loro interno, venissero inseriti giocatori di tutte le province per permettere ai ragazzi di socializzare fra loro. Fino alla fine i partecipanti non sapevano a quale provincia fosse  associata la squadra, ma solo il nome del referente (ovvero il componente dell’esecutivo che indossava la maglietta uguale alla loro) . Ad aggiudicarsi il primo posto è stata la squadra verde (Agrigento), seguita dalla squadra lilla (Enna) e, al terzo posto, la squadra rosa (Palermo). Nella giornata di sabato hanno portato i loro saluti il sindaco della città nissena, Giovanni Ruvolo, il Presidente AVIS Sicilia, Salvo Mandarà, il Presidente AVIS Caltanissetta, Gaetano Giambusso, e il Presidente AVIS provinciale di Enna, Fabio Pedone.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.