2184x268micieli
onoranzescillieri
attualmobili1350

Allacci alla nuova rete idrica, partono i lavori: progetto da 650 mila euro

L'opera, realizzata fra il '99 e il 2001, non era mai entrata in funzione

0 786

“Continuano i lavori di ripristino e attivazione del nuovo acquedotto civico”. Lo ha scritto su Facebook il sindaco Giovanni Barone, ritraendo uno dei cantieri che dall’inizio di settembre è stato allestito per l’esecuzione degli allacci privati alle abitazioni. Il nuovo acquedotto a cui si fa riferimento, realizzato fra il 1999 e il 2001, in alcune zone di Santa Croce Camerina non è mai entrato in funzione. Solo nel 2015, infatti, è stato finanziato il progetto esecutivo. Che riguarda la razionalizzazione delle utenze idriche dei quartieri Belpiano (ivi compreso zona Mercato Vecchio), Mazzarelli e Fontana.

I lavori sono finalizzati a mettere in esercizio la nuova rete idrica, ciò comporterà l’abbattimento se non la completa eliminazione delle perdite di quella attuale, che risulta vetusta e non più adeguata alle esigenze della collettività. I lavori sono stati consegnati dal Comune lo scorso luglio a un’ATI (associazione temporanea di imprese) costituita dal Consorzio Stabile Costruendo e della Vertical Projet. Nella prima fase, completata prima della pausa estiva, si è proceduto alla verifica dell’integrità delle tubazioni; nella seconda, è storia dei nostri giorni, si stanno eseguendo gli allacci. La nuova rete, stando alle prime verifiche, non ha alcuna perdita, tanto che entrerà in funzione soltanto dopo averla dotata di riduttori di pressione, che consentiranno alle abitazioni, anche alle costruzioni meno recenti, di beneficiare del flusso d’acqua senza riportare danni alle tubature. L’obiettivo è ridurre al minimo le perdite e garantire la distribuzione dell’acqua per 24 ore al giorno.

L’importo del progetto di ammodernamento della rete idrica è pari a 650 mila euro, interamente finanziati dalla Regione Sicilia: “Questa opera è stata fortemente voluta dall’Amministrazione comunale – spiega il sindaco Giovanni Barone – che non appena si è insediata ha immediatamente attivato le procedure per l’espletamento della gara d’appalto. Abbiamo rispolverato un progetto di cui andare fieri, che avrà un impatto benefico nella vita dei cittadini”.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.