2184x268micieli
onoranzescillieri
attualmobili1350

Calcio, l’analisi di Lucenti: “Bene i nuovi arrivi. Era la risposta che volevo”

Il tecnico del Santa Croce torna sulla vittoria di sabato contro la Jonica

0 242

Sono arrivati i primi tre punti della stagione, ma, soprattutto, il Santa Croce ha confermato quanto di buono visto a Palazzolo, nonostante la sconfitta. La prestazione dei biancazzurri, sabato contro lo Jonica, è stata superlativa, con un intenso primo tempo e una ripresa di contenimento. Si è rivisto il gioco spumeggiante della scorsa stagione e una fase offensiva imponente, dove i nuovi (Scerra e Ascia) si sono ben inseriti, facendo reparto con i vari Di Rosa, Sammartino e Leone. Mister Lucenti, nonostante, la soddisfazione della vittoria, stempera i toni e fa un’analisi cosciente della gara.

“Devo fare i complimenti ai nostri avversari che si sono dimostrati squadra tosta e non si sono mai risparmiati soprattutto nel secondo tempo. – dice mister Gaetano Lucenti – Noi d’altro canto abbiamo peccato nella fase di non possesso palla e su questo fattore, soprattutto quando siamo in vantaggio, dobbiamo migliorare tantissimo. Siamo stati bravi in fase difensiva chiudendo ogni spazio ai loro attaccanti, ma quello che mi dispiace è aver preso gol al 94’ a partita finita. Se riuscivamo a chiudere la gara con il doppio vantaggio sarei stato più contento. Oggi, comunque, la cosa importante era conquistare i tre punti e ci siamo riusciti. I ragazzi hanno risposto come mi aspettavo, – continua Lucenti – ma c’è ancora tanto da lavorare su alcuni fattori e noi questo lo sappiamo”.

“Per la prima volta – prosegue il mister nella sua analisi – sono riuscito a fare dei cambi senza intaccare la prestazione della squadra e questo mi fa ben sperare per il futuro. Questo, grazie all’innesto dei nuovi arrivati che sono dei ragazzi che abbiamo individuato e selezionato appositamente e sappiamo quello che possono fare e che ci possono dare. Con la Jonica hanno fatto una egregia partita: Scerra viene da quasi un anno di inattività, non ha fatto la fatto la preparazione completa e quindi deve lavorare sul piano fisico. Ascia, invece, ha fatto una buona gara in uno dei ruoli che lui conosce bene. Noi lo abbiamo preso anche per questo motivo, perché è un giocatore che si presta a fare più ruoli e questo fattore aiuta il tecnico, aiuta la società e la squadra a migliorare sempre di più. La buona prestazione di sabato era la risposta che mi aspettavo dalla squadra dopo la sconfitta di domenica scorsa. Siamo coscienti che il nostro campo dovrà essere un punto di forza, perché noi dovremo costruire la nostra salvezza capitalizzando al meglio ogni gara casalinga. Quindi, andiamo avanti fiduciosi, cercando di migliorare settimana dopo settimana”.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.