Calcio, 2° Categoria: l’Atletico suda e recrimina, ma a Pachino è un buon punto

Pareggia 1-1 la formazione di Santoro: splendida punizione di Aprile all'87'

399

Un punto confortante, dopo l’inatteso stop di domenica scorsa con il Motta, per l’Atletico Santa Croce di Michele Santoro, che fa 1-1 su un campo molto ostico – e dai precedenti poco incoraggianti – come quello di Pachino. L’Atletico torna a giocare un calcio piacevole, domina per larghi tratti e acciuffa il pari solo nel finale grazie a una magia su punizione di Ruben Aprile. E sono proprio i calci piazzati il leitmotive del primo tempo: fra il 5’ e il 15’ Cordova, Aprile e Iurato (traversa piena per quest’ultimo) sfiorano il vantaggio da fermo. Il Pachino non punge e l’Atletico ha il demerito di non affondare: alla mezz’ora Cordova sbaglia il secondo rigore di fila, spedendolo alla destra del portiere. Il primo tempo si chiude senza gol, ma nella ripresa, intorno al quarto d’ora, i padroni di casa passano in vantaggio con Mallia, che controlla e gira verso la porta, battendo la resistenza di Licitra. Entra Pa Sang, il nuovo acquisto biancazzurro, che fa un figurone. L’Atletico non demorde e attacca a testa bassa. Lentini, Guglielmo Iurato e Aprile non sfruttano alcune buone occasioni, ma Aprile, sempre nel vivo del gioco, si riscatta con gli interessi a 3’ dal traguardo: punizione nel sette e pareggio da antologia. Con le ultime energie rimaste in corpo l’Atletico prova l’assalto all’arma bianca. In mischia Gravina trova pallone e palo. Il pari sul campo del Pachino, sudato e riduttivo per il volume di gioco espresso, serve però a conservare il primato in classifica in compagnia del Pedara. Domenica prossima si torna in casa contro il Piano Tavola.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.