Modica – Polizia di Stato denuncia tre albanesi responsabili di furto in abitazione

146

Il continuo monitoraggio del personale della Polizia di Stato delle zone periferiche di Modica ha permesso di individuare tre cittadini albanesi, di cui due residenti a Vittoria ed uno a Comiso, rispettivamente di anni 26 (i due uomini) e anni 50 (la donna), quali responsabili di tentato furto in abitazione perpetrato qualche tempo fa ai danni di un noto imprenditore di questo centro.

In particolare, le indagini hanno tratto origine dal fatto che la vittima, presso la sua abitazione di c.da Serrameta, era provvista di un sistema di video-sorveglianza, le cui immagini ritraevano due soggetti travisati i quali, scesi da una monovolume condotta da un terzo individuo, si avvicinavano alla abitazione in questione mentre il veicolo, allontanatosi, rimaneva a debita distanza.

Gli agenti del Commissariato di P.S. di Modica, al fine di reperire altri dati concreti per individuare gli autori di quanto accaduto, invitava in questi uffici altri residenti della zona; tra questi, un vicino di casa della vittima forniva dei dati utili al prosieguo dell’attività investigativa.

Il testimone, che aveva appreso il giorno successivo dell’evento delittuoso, ricordava perfettamente che proprio il giorno antecedente, in condizioni meteo particolarmente avverse, aveva notato fermi sulla strada due individui, i quali, alla vista del transito del residente, si erano girati dall’altra parte, facendo intuire che si erano fermati occasionalmente sul posto per espletare un bisogno fisiologico. Insospettitosi per la presenza del predetto mezzo, invece di rincasare, l’uomo effettuava altri giri e poco dopo osservava il medesimo mezzo fermo ad un altro incrocio. In questa occasione era presente un solo individuo a bordo peraltro indossante una maglietta a maniche corte, circostanza che insospettiva oltremodo stante le avverse condizioni climatiche.

Il meticoloso testimone forniva in questi Uffici di Polizia tutte la caratteristiche del mezzo sospetto ed altri ragguagli utili. Il continuo monitoraggio del personale della Polizia di Stato permetteva di effettuare un controllo su strada nella medesima zona, a distanza di un breve periodo dal tentato furto in abitazione di cui sopra. Nella circostanza viene sottoposto a controllo un Fiat Doblò di colore blue con alla guida uno dei tre cittadini albanesi; uno di questi, in quanto clandestino, veniva tratto in arresto per non aver ottemperato all’obbligo di lasciare il territorio italiano e deferito all’A.G., perché in possesso di armi ed arnesi atti allo scasso.

Questa ultimo controllo permetteva di chiudere il cerchio investigativo sui tre responsabili del tentato furto ai danni dell’imprenditore modicano, corrispondenti alla segnalazioni ricevute; gli stessi, pertanto, dopo la compiuta identificazione venivano deferiti alla competente Autorità Giudiziaria in quanto gravemente indiziati del tentato furto in abitazione.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.