Il resort del golf chiude i battenti (per ora): 45 lavoratori col futuro in bilico

Deserto il primo bando per l'affitto del Donnafugata di contrada Piombo

738

Da un paio di mesi, ormai, non è più possibile prenotare una camera al Donnafugata Golf Resort di contrada Piombo, nella campagna ragusana, a cinque minuti (contati) dal mare e a pochi chilometri dai luoghi del commissario Montalbano. Un altro hotel di lusso, con annessi un paio di campi da golf che portano le firme celebri di Gary Player e Franco Piras, rimarrà chiuso. Fino a quando qualcuno – ma ci vuole uno spirito imprenditoriale non indifferente – non deciderà di partecipare al bando di gestione che il curatore fallimentare indicato dal Tribunale di Ragusa, Giovanni Gurrieri, si appresta a pubblicare per la seconda volta (il primo è andato deserto) e che prevede l’affitto del ramo d’azienda dopo che nel maggio scorso la Donnafugata Resort Srl, la società di gestione del complesso turistico-alberghiero, è stata dichiarata fallita. Prosegui la lettura su Buttanissima Sicilia cliccando qui

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.