Calcio, il Santa Croce ritrova la San Pio X. La squadra che ha cambiato volto

Lontana parente di quella incrociata all'andata, se la giocherà al Kennedy ad armi pari

307

Quella contro la San Pio X Catania, sarà certamente la gara più delicata di questo scorcio di stagione per il Santa Croce di mister Gaetano Lucenti. I biancazzurri, dopo il buon pareggio di domenica scorsa, hanno incrementato la classifica attestandosi alle spalle delle squadre aspiranti ai playoff, ma soprattutto hanno lasciato inalterato il vantaggio sulle pretendenti alla salvezza. L’unica squadra a guadagnare sui biancazzurri è stata la San Pio che con la vittoria esterna sul Terme Vigliatore ha confermato di essere una delle compagini più in forma del momento. La squadra di Anastasi, dopo il suo ingresso in panchina (è subentrato De Cento dopo la sconfitta interna contro il Santa Croce nella gara d’andata) ha cambiato atteggiamento, anche grazie ai nuovi arrivi che hanno cambiato pelle alla squadra. I biancorossi con una serie di risultati positivi hanno scalato la classifica, portandosi dall’ultima posizione fino alla decima, che è la prima utile per fare i playout. Gli etnei sperano quindi di poter fare risultato sabato a Santa Croce, in quanto gli consentirebbe di poter raggiungere finalmente una posizione molto più tranquilla.

Stessa cosa per il Santa Croce che, nonostante abbia una posizione più tranquilla, vuole ancor di più mantenere il distacco con le altre pretendenti alla salvezza e i possibili tre punti conquistati proprio contro gli etnei, garantirebbero una quasi salvezza. Lucenti è consapevole che la gara non sarà delle più facili e a peggiorare la situazione ci saranno le defezioni di Jatta e Alma, squalificati, e di Ascia ancora alle prese con un infortunio. “Sarà una gara delicata – dice il ds Claudio Agnello – Loro sono una buona squadra e una lontana copia di quella affrontata nel girone di andata. Entrambe le squadre hanno lo stesso obiettivo che è quello della salvezza e sono sicuro che ne uscirà una gara tiratissima. Dal canto nostro questa partita rappresenta un crocevia importante per il nostro futuro, considerati gli scontri diretti che la giornata di campionato riserva. La squadra, comunque, mi sembra che sia in buona salute e spero sappia sfruttare a meglio il vantaggio di giocare sul nostro terreno di gioco e davanti ai nostri tifosi”. La gara si giocherà al “Kennedy” e avrà inizio alle ore 15. A dirigere l’incontro sarà il signor Sebastiano Galioto della sezione di Siracusa che sarà collaborato dai signori Alessio Angelo Boscarino e Giuseppe Saracino.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.