Ragusa – L’ex provincia non può spendere un euro: “Niente servizi, né stipendio ai dipendenti”

107

La grave situazione finanziaria dei Liberi Consorzi avrà ripercussioni su servizi ai cittadini. Il Commissario straordinario Salvatore Piazza, chiarisce ancora una volta il quadro di estrema difficoltà nel quale si trova il Libero Consorzio Comunale di Ragusa. “È essenziale spiegare all’opinione pubblica – dichiara il Commissario Piazza – che la mancata approvazione del bilancio dell’Ente comporta il blocco della tesoreria non solo per la spesa corrente ma anche per gli investimenti. Infatti, la Regione ha comunicato che dovremo ricevere dei fondi per infrastrutture ma queste somme non essendo state iscritte in bilancio non potranno essere utilizzate. In concreto, il momento è molto più grave di come si evidenzia apparentemente e non è limitato solo agli emolumenti dei dipendenti provinciali. E’ una crisi che riguarda gli investimenti su tutto il nostro territorio e quindi la mancata garanzia di servizi essenziali quali scuole e relativi affitti, strade, illuminazione, edifici pubblici e quelli direttamente erogati al cittadino. Essendo la causa principale del nostro pre-dissesto il prelievo forzoso dello Stato, in queste ore ho appreso – continua il Commissario – che l’assessore Armao, i sindaci delle città metropolitane e i commissari dei Consorzi sono in attesa di una soluzione che il Governo nazionale ha promesso di trovare al più presto”.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.