Incidente sulla Comiso-S.Croce: muore noto esponente della Stidda

Poteva allontanarsi dai domiciliari a una data ora. Si è schiantato con lo scooter

1.067

Un esponente di spicco della Stidda è morto in un incidente stradale che, dalle prime informazioni, sembrerebbe autonomo. Indaga la polizia di Stato, sul posto assieme alla Polizia provinciale e ai mezzi di soccorso. Si tratta di Mario Campailla, detto “Saponetta”, pluripregiudicato e già indicato dalla Direzione Nazionale Antimafia quale esponente di spicco della riorganizzazione della Stidda a Comiso. L’uomo, al quale era stata revocata la patente di guida e che aveva il permesso di spostarsi dagli arresti domiciliari entro orari prestabiliti, stava percorrendo a bordo di uno scooter la strada che collega Santa Croce Camerina a Comiso. Avrebbe perso il controllo del mezzo in contrada Targena, a un paio di chilometri dal centro abitato comisano. Sbalzato dalla sella avrebbe sbattuto violentemente il capo perdendo la vita. Nella zona dell’impatto non è stato rinvenuto alcun casco.

Campailla era noto in città. Nel 2015 era stato arrestato per inosservanza degli obblighi della sorveglianza speciale dopo aver minacciato di morte l’allora sindaco in carica Filippo Spataro e alcuni operai che stavano montando un palco in piazza Fonte Diana, la cui ubicazione risultava poco comoda per i clienti di un bar che gestiva insieme alla compagna.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.