Zago incassa e rilancia: “Bene le strisce blu. Ora servono i pass-rosa”

La consigliera di Diventerà Bellissima: "Peccato che l'Amministrazione non si confronti"

569

“La prima vera novità di questa primavera è l’ammissione (indiretta, per carità) da parte dell’Amministrazione Barone di aver commesso un errore nell’estate del 2018 con l’introduzione degli ormai famosi Pass riservati ai residenti a Punta Secca. Un esperimento assolutamente mal pensato, oltre che mal riuscito, sia per le modalità con le quali è stato realizzato che per i tempi con cui è stato introdotto, in fretta e furia, a luglio inoltrato.” Esordisce così la consigliere comunale Chiara Zago, esponente di Diventerà Bellissima, assieme al Circolo Meridiana di Santa Croce. Che tornano sull’istituzione delle strisce blu lungo la fascia costiera, che garantiranno oltre 300 posti a pagamento nella sola frazione di Punta Secca dal 15 giugno al 15 settembre. “Leggiamo oggi dagli organi di stampa, che per l’imminente arrivo dell’estate 2019 l’Amministrazione è stata “illuminata” e ha deciso di non ripetere il nefasto esperimento, optando per l’introduzione delle più popolari e famose “strisce Blu” nella frazione. – scrive Zago -. Questa sicuramente appare una scelta più oculata, come anche da noi in passato suggerito, se non altro perché pensata con un po’ di anticipo rispetto all’arrivo dell’estate. Ovviamente, rimaniamo un po’ dubbiosi sulle modalità di gestione di queste zone blu e non ci resta che prendere atto, ancora una volta (l’ennesima), della mancanza di confronto dell’Amministrazione con i gruppi di opposizione e la mancanza di condivisione delle scelte. Auspichiamo, quantomeno, che siano state ascoltate almeno le categorie coinvolte, come quelle dei residenti e degli esercenti! Il nostro è solo un pensiero, perché l’Amministrazione ha tutto il diritto di fare delle scelte e non ascoltare alcun suggerimento proveniente da altre parti. In ogni caso, la nostra proposta è (o meglio dire, sarebbe stata!) l’introduzione dei pass-rosa per consentire alle donne in gravidanza, o con bambini fino a due anni di età, di parcheggiare gratis negli stalli blu a Punta Secca ed estendere tali pass anche a S. Croce, per consentire alle neo-mamme ed alle future mamme, di avere un parcheggio privilegiato anche durante tutto l’anno a S. Croce. Speriamo almeno, arrivati a questo punto, che l’Amministrazione ascolti il nostro piccolo suggerimento a costo zero e sia in grado di programmare una corretta gestione di queste nuove strisce blu!”.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.