Esperendo, per 30 ragazzi una notte al museo di Storia naturale di Comiso

Gli studenti hanno scritto hanno scritto una speciale "Carta dei diritti e dei doveri"

550

La sera del 23 maggio i trenta ragazzi, che hanno scritto la ‘Carta dei diritti e dei doveri dei ragazzi e delle ragazze di Comiso e Pedalino’,  sono entrati nel mondo affascinante e misterioso del Museo di Storia Naturale, per scoprire come la lunghissima vita del Pianeta Terra possa esaurirsi in un breve lasso di tempo per colpa del genere umano. “Il diritto-dovere di avere e tutelare l’ambiente, da voi scritto in uno dei 10 articoli della ‘Carta’, ha solide basi etiche e scientifiche per essere realmente applicato e questo messaggio deve essere da voi trasferito ai vostri amici e ai vostri genitori” – con queste parole, il Garante dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza del Comune di Comiso, dr. Calogero Termini, promotore del Progetto sulla scrittura della Carta e dell’evento ‘Esperendo’ ad esso collegato, ha accolto i ragazzi.

Il Sindaco di Comiso, Prof.ssa Maria Rita Schembari, si è complimentata per la realizzazione di questa nuova esperienza diretta destinata ai ragazzi. “I tesori, purtroppo ancora poco noti a tanti nostri concittadini, del Museo di Storia Naturale, dimostrano in modo inequivocabile come l’evoluzione lenta della vita sul Pianeta Terra, iniziata milioni e milioni di anni fa, possa irrimediabilmente cessare per opera dell’uomo. Il nostro Comune sta cercando di dare il massimo contributo possibile per lo smaltimento differenziato dei rifiuti, ma ciò sicuramente non basta, se tutti gli altri Comuni, le altre Regioni, le altre Nazioni non fanno allo stesso modo. Voi ragazzi, e i tanti ragazzi del mondo che si stanno muovendo per smuovere la cosiddetta ‘società degli adulti’ a non perdere più tempo in chiacchere inutili per mettere in campo azioni reali a salvaguardia dell’ambiente, avete questo compito e sono sicura che ci riuscirete. Ho chiesto ufficialmente al Presidente della Regione On. le Musumeci di farsi promotore di un incontro tra voi e il Presidente della Repubblica, da tenersi a Palermo, per presentare loro la ‘Carta dei diritti e dei doveri’ da voi scritta e allo stesso tempo posso assicurarvi che stiamo lavorando per dare nuovo impulso e visibilità a questo nostro Museo, uno dei migliori nel settore in tutta Italia.

Dopo questi interventi è iniziato il Viaggio, guidato dal bravissimo Direttore Scientifico dr. Gianni Insacco, attraverso le sale buie del Museo, illuminate dalle piccole torce elettriche fornite ai ragazzi. Un Dinosauro, un Elefante Nano, due Neanderthal maschio e femmina, un Esploratore, Greta Thunberg, personaggi animati dai giovani della Bottega Teatrale del Carducci di Comiso, hanno reso la Notte ancora più magica. Una piccola tartaruga, avvolta da sacchetti di plastica, animata dal piccolo Insacco, ha dato testimonianza diretta del dramma che stanno vivendo questi simpatici animali. L’evento si è chiuso con il passaggio del testimone da una vecchia e ammalata Madre Natura, interpretata dal Sonia Fuschi, ad una giovane e sorridente Madre Natura Futura, interpretata da Roberta Cassarino, accompagnate dalla danza di due allieve della Scuola di danza Dietro le Quinte della Maestra Vanessa Battaglia. “Un grazie particolare va alle Dirigenti Scolastiche, Prof.sse Maria Giovanna Lauretta, Giovanna Campo, Romina Bellina, alle Referenti Scolastiche Prof.sse Elena D’Amato, Daniela Depetro, Teresa Rizzo, al Prof. Giovanni Amore, direttore della Bottega Teatrale del Carducci, al dr. Gianni Insacco, a Sonia Fuschi, Art Director di Aynos Accademy, a Radio Sole Media Partner per la diretta radiofonica, alle due componenti del Team del Garante Dr.sse Lorena Galesi e Francesca Oliva e a tutti gli sponsor che ci hanno permesso la realizzazione dell’evento a costo zero per il nostro Comune”, questo il ringraziamento finale del Garante dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.