La Repubblica e la memoria: omaggio a Puglisi nel cuore di Punta Secca

Una pietra d'inciampo dedicata al militare che è stato deportato nei lager nazisti

933

Anche Punta Secca è diventato un luogo della memoria. In occasione delle celebrazioni della Festa della Repubblica, di domenica 2 giugno, una pietra d’inciampo è stata dedicata all’ex militare della Guardia di Finanza Giuseppe Puglisi, e posta sul marciapiede antistante la sua casa di via Papa Paolo VI. Chiunque calpesterà questa targa, avrà un “inciampo” del pensiero per non dimenticare il dramma della Shoah. Puglisi, nato a Santa Croce Camerina il 19 novembre 1915 e morto nell’ottobre 2008, ha vissuto un lungo e tragico periodo di deportazione nei lager nazisti.

La cerimonia di ieri si è aperta con la celebrazione della Festa della Repubblica presso il Belvedere “Capo Scalambri” con l’inno di Mameli eseguito dal corpo bandistico “Risveglio Kamarinense” e, subito dopo, il corteo si è spostato nella ex abitazione del decorato alla Medaglia d’onore dove erano presenti, assieme alla famiglia e alla figlia Loriana, le rappresentanze delle autorità militari, civili, religiose e politiche con in testa il sindaco Giovanni Barone. Il primo cittadino ha sottolineato l’importanza della memoria, perché questo è l’unico modo affinché eventi del genere non accadano mai più. Parole piene di riflessione anche quelle del presidente della locale sezione dei “Combattenti e Reduci” dott. Gaetano Farina, il quale ha esortato le nuove generazioni a difendere ad ogni costo la libertà e la democrazia. Guarda il nostro contributo foto/video dell’evento

 

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.