Arriva “la banda degli scrittori”: ecco il libro dei ragazzi della 5ª D

L'evento in biblioteca. Gli studenti della maestra Agosta si dilettano con la narrativa

880

Un libro di racconti, pieno di impegno e creatività. A compimento del progetto “La Banda degli Scrittori”, e a chiusura del ciclo della scuola primaria, gli studenti della Classe V D dell’istituto Psaumide di Camarina, coordinati dalla maestra Ignazia Agosta, hanno presentato in biblioteca la loro ultima fatica. Un volume contenente tante storie, tutte molto originali, che pescano nei vari generi della narrativa: dal fantasy al giallo (c’è un racconto legato al commissario Montalbano), passando per il testo descrittivo e quello autobiografico. Ce n’è uno, scritto a più mani, che rivela una maestra “super fantastica”, che “ci dice che c’è un momento per sorridere e un altro per essere seri e responsabili e noi dobbiamo capire quello giusto”. I ragazzi, che rappresentano un bel modello di integrazione scolastica (oltre il 50% dei componenti è straniero), si sono cimentati di fronte a un microfono, con la sala piena. C’erano la vicepreside Angela Di Martino, l’assessore all’Istruzione Giulia Santodonato, il sindaco Giovanni Barone, arrivato a sorpresa per i saluti conclusivi. Ma anche numerose insegnanti e la rappresentante di classe, Pamela, oltre alle famiglie che hanno assistito con grande curiosità. Tutti si sono complimentati per il lavoro svolto. Per la capacità di elaborare i testi al computer, per l’abilità nella realizzazione della copertina, per l’intraprendenza mostrata nella ricerca degli sponsor, che li ha visti impegnati in prima persona. Hanno raggiunto lo scopo: diventare emblema della buona scuola. Al termine della lettura dei vari brani, è stato proiettato un filmato che ha ripercorso i cinque anni trascorsi insieme: dalle recite alle feste di Natale, passando le visite guidate. Il percorso formativo di un gruppo unito. Che dopo l’estate ripartirà per una grande avventura: la scuola continua.

Dei brani della Banda degli scrittori, ne abbiamo scelto uno. Si intitola “Dolcilandia”

Un giorno un bambino di nome Nathan andò nel cortile di casa sua a giocare a calcio, la palla uscì dal cortile e Nathan andò a riprenderla.

Per la paura di un ragno che si era attaccato alla palla svenne.

Dopo un po’ si svegliò e si ritrovò davanti una città piena di dolci con delle persone di marshmallow, che camminavano in gruppo, giocavano e parlavano davanti all’insegna DOLCILANDIA. Lui meravigliato prese un passante e lo assaggiò.

Un poliziotto lo vide e lo mandò in prigione ma le sbarre erano di liquirizia lui li mangiò e scappò.

Il boss della città lo fece acchiappare dai suoi scagnozzi e gli propose di diventare soci visto che lui riusciva a sconfiggere le forze dell’ordine!

Insieme si impossessarono della città.

Ma a un certo punto, Nathan si stufò di mangiare solo dolci perché gli erano venute delle carie e anche il diabete. Così recitò una formula magica e ritornò nel mondo reale!

(scritto da Simone Tidona, Carmelo Zocco, Lorenzo Blundo, Salvatore Parisi)

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.