Bilancio, il commento di Mandarà: “Ottimo aver mantenuto i servizi”

Plauso ai consiglieri (anche d'opposizione): "La presenza in aula non è mai scontata"

388

Il Consiglio comunale di Santa Croce Camerina ha approvato il Bilancio Preventivo per il Triennio 2019-2021. Il documento, che ha raccolto il parere favorevole dei Revisori dei Conti, è passato con il voto della maggioranza, rappresentata in aula da Mandarà, Galuppi, Giavatto, Santodonato, Gravina, Candiano e Cappello. “Un sentito ringraziamento – dichiara il presidente del Consiglio comunale Piero Mandarà, che in sede di approvazione ha cercato di smorzare i toni di un dibattito, a volte anche duro, tra i consiglieri della minoranza (Agnello e Schembari) e il sindaco Barone – va agli uffici di competenza, al sindaco e tutta la sua giunta, all’assessore al Bilancio. Un plauso ai consiglieri tutti, compresi quelli della minoranza che hanno partecipato garantendo inizialmente il numero legale e il regolare svolgimento della seduta. E a quelli della maggioranza, che hanno dato fiducia alle proposte arrivate dall’amministrazione comunale, volte al miglioramento delle condizioni di sviluppo economico e sociale del nostro comune. So, ed è anche mia convinzione, che ogni singola presenza in quest’aula, di per sé doverosa, non può essere sempre scontata. Condanno, invece, la strumentalizzazione di alcuni argomenti sui social, il tentativo di additare e cercare un colpevole, magari creando inutili allarmismi, quando la visione su alcuni aspetti, da parte dell’Amministrazione, è opposta alla propria”.

“L’opera di risanamento e di equilibrio del Bilancio di un ente come il Comune Santa Croce non è certo facile – ha commentato Mandarà- ma stiamo ottenendo, giorno dopo giorno, ottimi risultati anche e soprattutto grazie al duro lavoro degli uffici, il cui contributo si è rivelato fondamentale in questo complesso processo. Il parere favorevole espresso dai Revisori dei Conti ci gratifica, ma è solo una tappa di un percorso lungo che percorriamo senza sosta. Essere riusciti a mantenere invariati i servizi comunali, coi trasferimenti regionali e nazionali ridotti al lumicino, mentre molti comuni sono costretti ad adottare politiche fatte solo di tagli, sono piccoli tasselli di un mosaico, attualmente in composizione, che raffigura uno scenario positivo proiettato al futuro. A cui guardiamo con l’ottimismo di chi è certo di lavorare per la cura dei conti con la stessa dedizione di chi opera per la crescita di un’azienda virtuosa”.

“Se si pensa che il Bilancio di Previsione è il documento in cui vengono delineati gli indirizzi programmatici dell’amministrazione Comunale, tradotti in termini monetari, si comprende bene come la sua approvazione sia uno dei momenti più importanti della vita di un Comune – sottolinea il presidente del Consiglio -. Anche quest’anno abbiamo confermato le nostre priorità: scuola, infrastrutture e servizi al cittadino. Non possiamo che dirci soddisfatti per l’atto di approvazione. Che sarebbe potuto avvenire entro maggio – aggiunge Mandarà – dato che i documenti di competenza dell’Amministrazione erano già redatti. Non è stato possibile, però, a causa dei tempi burocratici. Di particolare rilevanza, non solo sul piano finanziario e amministrativo, ma anche su quello sociale, sarà attuare un’opera di convincimento nei confronti di tutti i cittadini che ‘pagare tutti per pagare meno’  non è solo uno slogan, ma un concetto che esprime giustizia sociale. Tutti sono chiamati a contribuire alla crescita del nostro territorio, al mantenimento e al potenziamento dei servizi che nelle imposte comunali trovano la propria fonte di finanziamento. Sotto questo profilo opereremo con risolutezza per combattere il fenomeno dell’evasione”.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.