La provincia si macchia di sangue: due morti a Scicli e Cava d’Aliga

Dopo il terribile episodio di Vittoria, altre due vittime sulle nostre strade

909

Si macchiano di sangue le strade ragusane. Dopo il terribile episodio di Vittoria, in cui un suv a velocità folle ha falciato due ragazzini di fronte all’uscio di casa – sono entrambi morti, ieri la celebrazione dei funerali del piccolo Alessio – la scena si ripete. Il dramma accomuna la scomparsa di Martina Aprile, a Cava d’Aliga, e di un ragazzino 16enne a Scicli, Said. La prima ha perso la vita dopo il lavoro. Intorno alle due di ieri notte, in compagnia di un collega, stava gettando la spazzatura nei cassonetti di viale della Pace, quando una Y10 l’ha travolta e uccisa. Il ragazzo che era con lei è rimasto ferito. La 25enne, madre di un bambino di cinque anni, stata trascinata dall’auto per alcuni metri ed è morta sul colpo. Alla guida della vettura un giovane, che si trova sotto shock. Dai primi esami clinici compiuti al Maggiore di Modica, è emerso che F.C., 34 anni, avesse assunto cocaina e metadone. Per questo è stato arrestato. In passato gli era stata sospesa la patente di guida sempre a causa degli stupefacenti.

Questa mattina anche Scicli s’è svegliata col cuore nero: un 16enne di origini stranieri, ha perso il controllo del suo scooter ed è stato sbalzato a terra in via dei Fiori dopo aver sbattuto su un albero. Inutili i soccorsi: per il piccolo non c’è stato nulla da fare.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.