Gli eroi notturni della Filippide: Foti e Cassissa chiudono in trionfo

La corsa si è snodata da Chiaramonte e Punta Secca. Il podio sotto la casa di Montalbano

618

Il clima rovente di questi giorni non ferma gli amanti della corsa, infatti con più di 400 partecipanti La 12.ma Filippide ha battuto l’ondata di caldo che fa da padrone sulla nostra zona, diventando assoluta protagonista. Gli atleti si sono dati a appuntamento alle 4,30 domenica 4 agosto presso l’ Antica Stazione di Chiaramonte per una gara senza TEMPO; nessun congegno elettrico o elettronico, senza orologi, gps, o altro, avendo così una totale assenza temporale, per poi tagliare il traguardo alla Casa del Commissario più famoso d’ Italia, appunto la Casa di Montalbano a Punta Secca, dopo aver percorso la Planata degli Iblei, passando da Contrada Majorana, Cento Pozzi, e il Castello di Donnafugata dove già si inizia a intravedere il maestoso Faro di Punta Secca.

Arriva primo al traguardo il forte atleta Sebastiano Foti tesserato Uisp Iblei col crono di 2h 43’ 59”, a lui va il premio Psaumide, inseguito direttamente dall’atleta locale Vincenzo Taranto, capitano della Asd No al Doping, società organizzatrice di questa 12 ° edizione col tempo in 2h 47’ 47”, chiude il podio maschile atleta Iaci Carmelo tempo 2h 48’ 55” tesserato con società da Palazzolo. Il podio femminile vede sul gradino più alto Simona Cassissa, proveniente da Genova, che stabilisce il record gara femminile con 3h 13’ 51”, a lei il premio Callipatera, sul gradino più basso Flavia Modica in forza Asd no al Doping che ha fermato il crono a 3h 17’ 15” , chiude la siracusana Marinella Barbagallo (ASD Placeolum) a 20 secondi di distacco dalla seconda. (Per la cronaca i tempi sono stati rivelati ai podisti solo dopo il loro arrivo a Punta Secca n.d.r.)

Il premio Arkia Hybleo, “atleta più Anziano arrivato al traguardo va a Salvatore Fiammingo atleta nato nel 1948. Alle 4.15 oltre ai podisti, due onde di partenze degli atleti praticanti il Fitwalking, da 30 km e da 16, che con molta tenacia e caparbietà si sono cimentati su queste distanze con non poche difficoltà. Hanno presenziato la premiazione il Sindaco di Santa Croce Camerina, Giovanni Barone, l’assessore Santodonato, presente il presidente Regionale dell’Avis Mandarà, il presidente Avis Comunale di Ragusa, Paolo Roccuzzo, il Presidente Provinciale Uisp Territoriale Iblei Tonino Siciliano. Un grazie doveroso ai volontari dell’associazione, Volontari della Misericordia, Royal Wolf Rangers Sicilia , Rangers Comiso, che con la loro opera si è permesso lo svolgimento di tale evento, agli sponsor, Conad Sallemi, Acqua Santa Maria, evento voluto dai Comuni di Chiaramonte, Ragusa, e Santa Croce Camerina, con organizzazione curata da Uisp Territoriale Iblei guidata da Tonino Siciliano e Asd No al Doping. A fine manifestazione si è preceduto all’assegnazione del 1° premio Ibleide atleta che nella Maratona di Ragusa, Barocco Race, e La Filippide abbia ottenuto il tempo più breve: stavolta è toccato a Carmelo Iaci e Flavia Modica. Prossimo appuntamento il 19 agosto con la 4° Randello Cross a Punta Braccetto.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.