S.Lorenzo, la spiaggia di Caucana ridotta a letamaio: regna l’inciviltà

Danneggiati una passerella e il lavoro di ripascimento: "E l'assaggio di Ferragosto"

1.173

Continuano ad arrivare le segnalazioni dei cittadini che lamentano il degrado della spiaggia di Caucana tra il Circolo Velico e il Lido della Polizia, dove nella notte delle stelle, quella di San Lorenzo, hanno bivaccato centinaia di giovani. Danneggiata anche la passerella in legno, diventata pericolosa per chi vi transita. Ad accendere i riflettori sullo stato di degrado del litorale alcuni cittadini indignati: “Troppa sporcizia, troppa incuria da parte soprattutto di alcuni giovani che utilizzano gli spazi concessi ai bagnanti come pattumiere all’aperto”.

“Questa mattina nella spiaggia di Casuzze – ha dichiarato Enzo Battaglia – abbiamo avuto l’assaggio di quello che ci potrebbe regalare il Ferragosto: bottiglie di plastica e vetro ovunque, immondizia lasciata in giro e, soprattutto, falò fatti con i pali delle palizzate di contenimento delle dune (nella foto noterete i tizzoni spenti con l’acqua di una delle bottiglie abbandonate), parte del progetto di ripascimento tanto aspettato e costato più di 600 mila euro di soldi nostri. Nessuno è passato per una pulizia straordinaria della spiaggia, ma nessun problema: abbiamo delle persone splendide che frequentano la spiaggia e che si sono fatte carico di ripulire palmo a palmo la stessa, differenziando l’immondizia in maniera certosina. Che ci sia gente che pur di risolvere un problema si sostituisce alla mancanza di presidio del territorio è lodevole ma non può durare. Serve che si facciano rispettare le ordinanze che, spero, ci siano relativamente a divieto di campeggiare e di accendere i fuochi in spiaggia. Di questo passo a ferragosto non ci saranno più palizzate e la spiaggia sarà un porcile”.

“Sappiamo per certo che l’Amministrazione comunale non resterà ferma con le mani in mano, ma ci rivolgiamo direttamente alle persone che stazionano nelle spiagge pubbliche che costeggiano il nostro territorio. Chiediamo di avere rispetto verso il nostro ambiente, tenendolo pulito e riservando il proprio pezzo come se fosse di proprio possesso. Chiediamo all’Amministrazione di provvedere ulteriormente con dei servizi più mirati, come pulizia infrasettimanale e bidoni colorati per la differenziata, sparsi ogni 50 metri nelle zone balneari. Poi ci rivolgiamo alla sensibilità di tutti i cittadini e chiediamo un piccolo contributo per dare decoro alla nostra meravigliosa costa. E’ inoltre auspicabile che il Comune di Santa Croce Camerina intervenga subito per la pulizia della spiaggia e per il restauro della passerella”.

Anche il consigliere Luca Agnello si è lamentato sui social. Ecco il suo post.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.