L’ennesimo appello di Fare Ambiente: “Chi sporca è uno stupido”

Mandarà: "Differenziata? Rivedere rapporti e disciplinari a ditta Ecoseib"

627

In queste ultime settimane a Santa Croce Camerina e borgate, dei legionari dell’inciviltà e della maleducazione stanno rendendo inutili gli sforzi di una amministrazione che, con in testa il sindaco Giovanni Barone, vorrebbe pulito e igienicamente salubre il proprio territorio. Prosegue l’abbandono dei rifiuti da parte di coloro che, in barba ad ogni regolamento, ordinanza ed invito del primo cittadino a usare il buonsenso, non ce la fanno proprio ad evitare lo scempio dell’abbandono indiscriminato. Scatoloni e complementi d’arredo, residui di tettoie di qualche veranda, materassi, quantità enormi di umido, contenente frutta di stagione e prodotti ittici, assieme alle solite centinaia di quintali di bottiglie di birra rendono inutile lo sforzo delle associazioni e cittadini comuni che si prodigano quotidianamente a rendere civile la propria terra.

“La stupidità di queste persone, che oltretutto sanno di delinquere, non ha limiti – dice Salvatore Mandarà di FareAmbiente – ed allora l’invito è rivolto a quelle persone di buon senso, che amano l’ambiente e che hanno quel senso civico che gli impone di denunciare, segnalare a FareAmbiente, ai Vigili Urbani e all’ufficio tecnico comunale queste problematiche ambientali del Comune di Santa Croce Camerina, al fine di arginare una situazione che è diventata alquanto drammatica. Se a ciò si aggiunge – continua l’agguerrito esponente di FareAmbiente – il fatto che la raccolta dei rifiuti domestici differenziati continua ad avere ritardi nel conferimento, con i sacchetti lasciati a marcire sui marciapiedi, allora si che è necessario rivedere i rapporti e i disciplinari che regolano l’incarico all’ECO S.E.I.B, perché non è chiaramente ciò che serve per avere una città e le borgate di Casuzze, Caucana, Punta Secca, Torre di Mezzo e Punta Braccetto, dignitosamente e igienicamente salubri, come diritto di quei cittadini che pagano regolarmente la tassa sui rifiuti e pretendono solamente pulizia e igiene”.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.