Punta Secca ospita il primo rito civile: sposi in piazza Concordia

Daniele e Milena si sono giurati amore eterno. La location originaria era piazza Torre

4.874

E’ stato celebrato domenica pomeriggio dal sindaco Giovanni Barone il primo matrimonio civile fuori dalla casa comunale. Nonostante il meteo incerto, alla fine la cerimonia si è tenuta in piazza Concordia, a Punta Secca, rispetto al luogo prestabilito in precedenza (piazza Torre) di fronte alla famosa casa di Montalbano, dove d’ora in poi sarà possibile usufruire di questo servizio. Si sono dichiarati amore eterno, festeggiando vicino alla spettacolare spiaggia di Piazza Faro, Daniele Spataro e Milena Guastella, sotto lo sguardo inidscreto di alcuni bagnanti che hanno visto l’insolito allestimento a due passi dalla battigia. La coppia, affiatata ed elegante, è stata accolta da parenti ed amici intervenuti per l’occasione e anche da molti curiosi.

Il sindaco Barone che ha presieduto la cerimonia con la fascia tricolore, come da tradizione, è rimasto molto soddisfatto. “Siamo in un angolo di paradiso, sono orgoglioso e onorato di celebrare questo primo matrimonio a Punta Secca – ha affermato Barone – penso che possa essere anche un modo per pubblicizzare la nostra location e far muovere l’economia estiva. Tanti sposi della nostra regione, o di fuori, potranno venire a celebrare il loro giorno più bello nella nostra splendida location, con un mare che da alcuni anni è bandiera verde. Siamo davvero contenti, come amministrazione comunale, di aver avviato questa iniziativa”. Un ringraziamento particolare per l’allestimento e l’arredo per gli sposi è rivolto a Saraceno mobili di Santa Croce Camerina.

Un evento destinato ad essere sempre più emulato grazie anche al nuovo regolamento approvato dal Consiglio comunale voluto e proposto dall’assessore Giulia Santodonato, che prevede anche la possibilità di sposarsi al di fuori della “casa comunale”. L’articolo 106 del Codice Civile prevede infatti che il matrimonio debba essere celebrato “pubblicamente nella casa comunale davanti all’ufficiale dello stato civile al quale viene fatta la richiesta di pubblicazione”, la nuova norma di legge sopprime, all’articolo 2, le parole “alla casa comunale”. Ricordiamo che è possibile contattare il Comune per avere informazioni e prenotare il proprio matrimonio sulla spiaggia.

Fotogallery a cura di Gianni Giacchi

GUARDA SOTTO IL VIDEO (Riprese di Giuseppe Iozzia – Montaggio di Pippo Curiali)

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.