S.Croce, gli appelli hanno il loro effetto: picco differenziata al 72%

Siamo terzi nella classifica provinciale. Fanno meglio solo Chiaramonte e Monterosso

934

L’ultimo dato è confortante: dopo mesi di appelli, appostamenti e verbali, la raccolta differenziata ha sfondato il muro del 72,81%. Santa Croce Camerina nella “classifica provinciale” è al terzo posto seguita da Ispica che supera il 70%. Male, invece, Ragusa, che si ferma al 66,80%. Un dato lontano dal 70% sfiorato a luglio e dal quasi 73% del mese di maggio. Dopo il capoluogo, c’è Giarratana, con il 62%, seguita da Pozzallo, al 57%, Acate, al 54%, Vittoria, che supera di poco il 50% e, infine, Scicli, che con il 24% resta il fanalino di coda della provincia, in attesa dei dati di Comiso e Modica, ancora non pervenuti. Chiaramonte Gulfi invece è il primo Comune tra quelli iblei nella raccolta differenziata, nel mese di agosto, con il 79,64% e supera Monterosso Almo (78%).

“Un ringraziamento particolare va a tutte le utenze domestiche e non domestiche, ai cittadini residenti e dimoranti a Santa Croce e nella fascia costiera, nonché all’impresa Ecoseib, al personale dell’Ufficio tecnico, al gruppo comunale di Protezione Civile e alla Polizia Municipale per l’impegno profuso” fa sapere il sindaco. “Questo dato ci incoraggia per andare avanti nella strada intrapresa – ha fatto sapere il sindaco Giovanni Barone – con la consapevolezza di poter sempre migliorare e sensibilizzare tutti coloro che abbandonano i rifiuti per strada e nelle campagne”.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.