La maggioranza si frantuma in aula. Bocciato il Bilancio consolidato

Battuta la coalizione del sindaco. Cappello vota con l'opposizione, Galuppi assente

784

La maggioranza non c’è più. Il voto al Bilancio consolidato di questa sera (bocciato con 5 voti a favore e 6 contro) ha confermato lo sgretolamento del gruppo #SantaCroceRivive, che fa riferimento al sindaco Giovanni Barone. L’assenza di Antonella Galuppi ha mandato in tilt la coalizione, che già ha dovuto fare a meno di Salvatore Cappello, dichiaratosi “indipendente” durante la scorsa seduta. Proprio il voto contrario di Cappello ha affossato il provvedimento più importante, e determinato altri due risultati: il rinvio dell’atto di indirizzo al fine della rimodulazione dell’utenza idrica relativa alle strutture turistico-ricettive e la trasformazione dell’ultima interrogazione (sul Centro di raccolta comunale di contrada Canestanco) in mozione. Al di là delle singole situazioni, il contraccolpo è soprattutto politico. La maggioranza, partita da una base solida di 8 consiglieri, si è compressa nel tempo: prima ha perso Giusy Zisa, ora è il turno di Cappello. Lapidario il commento di Luca Agnello, capogruppo di Liberi di Scegliere, su Instagram: “Game Over. Fatevene una ragione”. Da questo momento in poi servirà la conta su ogni singolo provvedimento. Il Consiglio e l’attività amministrativa rischiano di rimanere impantanate al giro di boa di metà legislatura.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
1 Commento
  1. Mandarà Guglielmo dice

    Poveri impatanati andate a scuola a leggetevi quello che dovete dire alla popolazione vedete che qualcuno perde la dignità di essere……..non mi pronuncio ma questi scempi si possono sentìre nel piu bel paese della Sicilia-?? Andate dove ce il sogno dei poveri impatanati.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.