Il Natale al verde degli operatori ecologici. Sabato giornata di sciopero

Tre mensilità di arretrato, più la tredicesima. I dipendenti si fermano

1.509

Una giornata di mobilitazione prima delle feste. Lo confermano fonti interne alla ditta Ecoseib, la società che gestisce il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti a Santa Croce Camerina, fresca di aggiudicazione della gara d’appalto settennale. I dipendenti, circa una trentina, si fermeranno per l’intera giornata di sabato, sospendendo la differenziata porta a porta. E, accompagnati dallo Snalv, il sindacato che sostiene la loro battaglia, hanno già organizzato un sit in di protesta in piazza Vittorio Emanuele, come nello scorso aprile (ma stavolta sarà molto più partecipato). I motivi sono economici: gli operatori della ditta Busso, infatti, non percepiscono lo stipendio da settembre. Tre mensilità di arretrato, più la tredicesima, che ha gettato nello sconforto le famiglie proprio a ridosso delle feste. Il Comune non ha disponibilità di cassa ed è in ritardo cronico nei pagamenti alla ditta (si parla di una cifra fra 500 e 600 mila euro), che ha già anticipato alcune mensilità. Da ultimi colloqui col sindaco, sembrerebbe in arrivo la commessa di un mese. Ma qualora la situazione non dovesse sbloccarsi, la Ecoseib minaccia di fermarsi a oltranza dal 9 gennaio, superata la fase critica delle festività natalizie. Una grana in più per l’amministrazione comunale di Santa Croce, già alle prese con uno strappo interno alla compagine di governo.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.