Il sindaco a ‘La Sicilia’: “Fumarole? Difficile pescare i responsabili”. E rassicura villeggianti di Caucana

667

“La collaborazione è alla base di tutto. Il villeggiante continui a segnalare, come ha sempre fatto, anche se, e ne siamo consapevoli, lottiamo contro qualcosa di più grande di noi”. Il sindaco di Santa Croce Camerina accoglie la denuncia del turista padovano che nei giorni scorsi ha espresso su ‘La Sicilia’ il disagio di un nucleo familiare, il suo, costretto a fare i conti, ogni estate da sette anni, con le fumarole a due passi dalle persiane della casa che li accoglie nella stagione più attesa, roghi che rendono l’aria irrespirabile e l’estate del pensionato soffocante. “E’ chiaro che – continua ancora il primo cittadino – individuare i responsabili non è cosa semplice. Spesso le persone che si rendono protagoniste di tali gesti agiscono di notte, pertanto riuscire a coglierli nell’atto è qualcosa di veramente difficile. Però, ciò non toglie, che il contributo del signore qui in visita, così come quello degli altri residenti della zona, nonché dei cittadini stessi, possa rivelarsi fondamentale quando si tratta di una questione tanto delicata come questa”. Ma nella lista delle cose da rivedere dei villeggianti della borgata di Caucana ci sono anche altre ombre. Si tratta di vuoti che lasciano supporre, con un po’ di rammarico, al gruppo delle Anticaglie di essere turisti di “serie B”. I servizi che mancano o che, quanto meno, si lasciano attendere, per esempio. Anche in questo caso il sindaco di Santa Croce non esita a rassicurare i vacanzieri: “Per quanto concerne ciò che spetta a palazzo di città – ha riferito Franca Iurato – è stato già fatto tutto, a Caucana così come nelle altre frazioni rivierasche di Santa Croce Camerina. Per altri aspetti, invece, c’è stato un ritardo imputabile solamente ai tempi della burocrazia. Anche se per urgenze, è importante agire lì dove è consentito, senza travalicare. Le competenze non si possono scavalcare. L’Amministrazione c’è ed è dalla parte dei cittadini”.

Fonte: La Sicilia

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...