Strade asfaltate senza criterio, Mandarà: “Via Cappello e don Sturzo restano trazzere, perché?” FOTO

603

Mentre in molte altre zone della città si rifà l’asfalto, seppure a macchia di leopardo e secondi criteri non del tutto chiari, e parecchie strade di periferia sono state meritevoli di interventi di manutenzione, a ridosso di via Corsa del Palio rimangono le “trazzere”. La denuncia porta ancora una volta la firma di Piero Mandarà, ex assessore comunale e provinciale alle Politiche Sociali e leader del movimento ‘Tutti x Santa Croce’, che ora chiede con insistenza all’Amministrazione comunale di provvedere urgentemente al rifacimento di via G. Cappello (un vero campo di battaglia) e via Don L. Sturzo e alla loro messa in sicurezza. “Malgrado le varie petizioni e sollecitazioni degli abitanti della zona fatte in passato – spiega Mandarà – non si è voluto tenere conto delle condizioni a dir poco da “terzo mondo”.  Eppure i cittadini abitanti nel quartiere hanno pagato fior di quattrini per opere di urbanizzazione mai avvenute. Il quartiere in questione presenta problematiche urgenti: marciapiedi assenti o disconnessi, sede stradale senza asfalto e piena di buche, con avvallamenti che rendono difficile il transito e mettono in pericolo l’incolumità delle persone. E siamo ancora nel pieno della stagione estiva: appena comincerà a piovere con una certa intensità, la gente dovrà barricarsi in casa dato che fuori diventerà, come da copione, un acquitrino. A questo punto voglio capire, constatare e valutare  con i miei occhi se sono state rispettate le priorità e le modalità di intervento o se alcuni interventi hanno finito per favorire privati rispetto alle esigenze dell’intera collettività”.

Redazione

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...