Da ‘Noi ci crediamo’ solidarietà al sindaco: “Ma se rinviata a giudizio è meglio che si dimetta”

624

“Il movimento politico ‘Noi Ci Crediamo’ esprime massima solidarietà umana al signor sindaco, all’ex assessore all’Ambiente e ai tecnici dell’UTC in merito alle ben note vicende di sversamento di liquami e per lo stoccaggio non autorizzato di rifiuti pericolosi. Siamo pienamente convinti – continua la nota – della totale buona fede di chi ha operato nell’interesse della collettività e auspichiamo vivamente che l’Amministrazione possa continuare a lavorare con lo stesso impegno e la stessa serenità di sempre. Siamo altresì convinti che se ci dovessero essere delle responsabilità nell’eventuale violazione di articoli di legge, queste vadano accertate e chiarite definitivamente. Riteniamo doveroso, nel momento in cui si dovesse verificare un eventuale rinvio a giudizio (cosa che non auguriamo a nessuno degli indagati), che il signor sindaco valuti attentamente la situazione e nell’esclusivo interesse del suo territorio e della sua gente faccia un necessario passo indietro: – per organizzare al meglio la propria difesa nella fase processuale, dedicando il massimo delle sue energie e del suo tempo a tale impegno, vista l’importanza e la gravità delle accuse mosse dal Magistrato; – per dare all’Ente la necessaria serenità nello svolgimento delle attività quotidiane, evitando di trascinarlo ulteriormente in questa storia personale poco edificante e troppo per tutti. Infine ci rivolgiamo alla compagine locale del PD, partito di appartenenza del sindaco ed unico partito ad avere rappresentanza in consiglio e in giunta, sempre puntuale e attenta agli avvenimenti dell’attualità locale, e chiediamo di chiarire al più presto la loro posizione in questa spiacevole vicenda”.  

 Redazione

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...