La denuncia di Carmelo Mandarà: “Non solo cartoni e bottiglie vuote, il centro urbano è un vespasiano”

703

Riceviamo e pubblichiamo la “denuncia” di Carmelo Mandarà, cittadino santacrocese ed ex rapppresentate politico in Consiglio Comunale. Mandarà punta il dito contro le scarse condizioni igieniche che da qualche tempo a questa parte prevalgono nei pressi di via Remo. Ecco il testo completo: “Da qualche tempo assistiamo (e denunciamo) ad un vero e proprio assalto di via Remo e dintorni da parte di bande che non vogliamo qualificare per la nazionalità ma solo per il reiterato dispregio delle più elementari regole della civile convivenza, che non si esaurisce nel lasciare sui marciapiedi cartoni di pizza e bottiglie vuote di bevande consumate ma persevera nel defecare (Sic!) con naturalezza davanti alle porte delle case altrui e ciò non nella profonda notte e nella sperduta periferia, ma anche di sera appena fatta ed a poche centinaia di metri dal campanile, quello stesso alla cui base, in un angolino buio, triste ricordo degli anni cinquanta, qualche anziano aveva ricavato un improvvisato orinatoio. Ora pare siamo tornati al Medioevo della civiltà, se pure allora ci si comportava così! Quello che terrorizza è il fatto che nessuno faccia niente per impedire che ciò avvenga, indipendentemente da chi (indigeno o no) è il responsabile, perché le feci non hanno un DNA ma solo il maleodore. E ritrovarsele davanti ai gradini di casa con nugoli di mosche a completare la… torta non fa piacere a nessuno, tanto più se poi bisogna procedere alla rimozione  del… tesoro trovato ed alla disinfezione della pubblica via. Perchè, se di sera non c’è la nacessaria vigilanza a scoraggiare certe abitudini, di giorno non c’è neppure un operatore ambientale che pulisca le strade. Come dire: nè polizia… nè pulizia. Ed intanto… ASSUPPIAMO!”.

Redazione  

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...