Da mesi si umilia il Consiglio Comunale: vincono ego e pressapochismo di Piero Mandarà

886

Assistere ad un Consiglio Comunale negli ultimi tempi a Santa Croce è come assistere ad una commedia teatrale, comica o brillante che sia, dove succede di tutto e di più senza pagare neanche il prezzo del biglietto. Chi va e chi viene durante una votazione, interventi ironici a destra e manca senza tener conto di alcun ordine del giorno, pochi riconoscono una interpellanza da una interrogazione o da una mozione, pochi hanno l’accuratezza di prepararsi e conoscere prima del Consiglio gli atti che verranno trattati all’o.d.g., non esiste nessuna regola e nessun regolamento da rispettare. Sembra più un teatro dei pupi che che un organo istituzionale che rappresenta la città. E’ necessario ricordare ai consiglieri comunali che, varcando l’uscio della sala consiliare, si cessa di essere ciò che ognuno è e rappresenta nella propria vita privata e si assume un ruolo di responsabilità collettiva dovuto ai voti dei cittadini che li hanno scelti per rappresentarli nella massima istituzione della vita cittadina.Venire meno a quel ruolo e continuare a vestire i panni del proprio ego, portando all’interno del consiglio diatribe inutili, impreparazione politica, pochezza di argomentazioni che nulla hanno a che vedere con la vita cittadina, ma  rappresentano solo una inutile perdita di tempo e spreco di denaro pubblico, non solo offende la dignità del Consiglio Comunale, ma anche l’intelligenza di tutte le persone che dai consiglieri comunali o dagli amministratori nell’esercizio delle proprie funzioni si aspettano esempi da seguire e che ispirino fiducia nelle Istituzioni da parte delle nuove generazioni. Quello che è successo negli ultimi mesi durante diverse sedute del Consiglio Comunale di Santa Croce Camerina non merita alcun commento, le immagini su Youtube e le ricostruzioni giornalistiche parlano da sole: si avverte solo il grande desiderio di rivolgere a tutti i consiglieri comunali un appello affinché cessino le pietose e controproducenti sedute consiliari in un momento come quello attuale in cui i cittadini si attendono risposte concrete dalla politica sui temi importanti quali lavoro, occupazione, delinquenza, tassazione alle stelle, servizi alla popolazione scadenti ecc… Per quanto riguarda i punti all’o.d.g. c’è da stendere un velo pietoso sulle mozioni trattate senza alcun risultato. Unico punto esitato e di un certo interesse quello relativo al piano di lottizzazione presentato dalla ditta Pernice, approvato a maggioranza dal consiglio il parere di diniego indicato dall’ufficio tecnico del comune motivo per cui la lottizzazione è stata bocciata. Per il resto non ci resta che piangere… oppure ridere…

Piero Mandarà

ANCHE GIOVANNI BARONE E’D’ACCORDO: CLICCA SOTTO PER ASCOLTARE LA SUA OPINIONE

[youtube]0UB6KNqFeqA[/youtube]

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...