Telelaser: più che sicurezza sembra tanto un modo per fare cassa. Ecco il parere di Antigone

881

L’amministrazione comunale di Santa Croce Camerina “investe” 22 mila euro per l’acquisto di un tele laser che contribuirà ad aumentare la sicurezza nelle strade. Il nuovo sembra avere accentuato la vena polemica di Antigone che si nutre di spunti messi lì ad “hoc” da un elfo malefico. Sentire parlare di “preoccupazione” per la sicurezza dei concittadini riferendosi all’acquisto di un “teleleser” messo lì per fare cassa mi fa pensare. Per Antigone (ma lei è una vecchia brontolona) sicurezza è strade sicure. Cioè senza “fossi” che sembrano voragini o strade di collegamento anche importanti che sembrano trazzere. Sicurezza sarebbe che in alcune strade (per esempio quella che da Santa Croce arriva fino a Punta Secca) venissero ripuliti i canali di scolo per le acque piovane. Questo lavoro, quanto potrebbe costare? Non molto, credo, ma evitando allagamenti ad ogni “pipì di gallina” forse si potrebbero evitare disagi e anche pericoli: tutto si tradurrebbe in sicurezza per chi transita. Ma non fa cassa. Sicurezza sarebbe tagliare tutte le canne e gli arbusti che occupano le strada impedendo di vedere cartelli. Sicurezza sarebbe risistemare almeno le strade comunali e svegliare la provincia, chiedendo di sistemare quelle provinciali. Non è sicurezza abbassare il limite di velocità così da essere “presi” mentre si “corre” e pagare multe salate. L’impressione di Antigone è che tra chi governa e chi è governato il termine sicurezza non abbia lo stesso significato, fermo restando che ogni passo atto a prevenire è sempre ben accetto.

Antigone

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...