Giorgio Cappello torna in libertà, il Gip gli revoca i domiciliari: “Ero convinto della mia innocenza”

1.169

Da questa mattina Giorgio Cappello è un uomo libero. Il tecnico della prevezione all’Asp (Azienda Sanitaria Provinciale), che ha vissuto giorni terribili, costretto ai domiciliari, è stato completamente sollevato da ogni addebito dal GIP di Catania. Grande la soddisfazione dello stesso Cappello, che ha voluto rilasciarci le sue prime impressioni da ex mostro sbattuto in prima pagina. “Al momento non posso entrare in particolari perché non conosco le motivazioni che hanno convinto il GIP a rendermi la totale libertà, anche se, dentro di me c’era la consapevolezza della mia assoluta innocenza. Comunque, ringrazio tutti quelli che da subito non hanno avuto dubbi sulla mia onestà di uomo e di professionista”. Lo abbiamo incontrato stamane: “Naturalmente rimane la sospensione del servizio che avviene in automatico dopo quello che mi è capitato. Ma anche questa situazione sarà prestissimo risolta”. Travolta da un evento in grado di tramortire un elefante, abbiamo visto comunque una persona serena, anche se arrabbiata, ma per nulla abbattuta, e consapevole che prima o poi la giustizia avrebbe vinto contro tutto e tutti: “Ho sempre confidato nella professionalità dei giudici ed ho avuto ragione”. Cappello era stato coinvolto nello scandalo dei passaporti “facili” rilasciati a cittadini cinesi provenienti da tutta Italia.

 Salvo Dimartino

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...