Due scooter ritrovati, una denuncia per porto abusivo d’armi: Santa Croce, un weekend da fiction

773

I militari della compagnia Carabinieri di Ragusa nel corso dell’ultimo fine settimana hanno denunciato a piede libero sei persone e segnalata una settima al Prefetto. Sono state impiegate decine di autopattuglie in uniforme e in abiti civili al fine di prevenire e reprimere la commissione di reati con particolare riguardo a quelli contro il patrimonio. Ecco nello specifico quanto successo a Santa Croce e dintorni.

Domenica mattina, in territorio Punta Braccetto, veniva inseguito e bloccato un rumeno che era alla guida di un motociclo Yamaha che era stato rubato a Marina di Ragusa lo scorso agosto. I.B. le iniziali del 24enne bracciante agricolo, che è stato denunciato per ricettazione in concorso. Il mezzo è stato direttamente restituito al proprietario, un 36enne ragusano. A Punta Secca, invece, i militari hanno fermato un’Alfa Romeo con tre tipi apparentemente sospetti a bordo. I tre sono stati perquisiti e uno dei due passeggeri è stato trovato in possesso di un coltello a scatto, uno spray urticante anti aggressione, di modello non conforme a quelli autorizzati in commercio, nonché un’ingente somma di denaro pari a 7.250 euro in contanti tutti in banconote da 10, 20 e 50 euro. Tutto quanto ritrovato è stato sottoposto a sequestro e F.S., 25enne domiciliato a Santa Croce, è stato denunciato per porto abusivo di armi e porto abusivo aggravato di armi.

Sabato sera, invece, a Santa Croce è stata fermata un’auto con tre modicani a bordo, tutti vecchie conoscenze dell’Arma. Uno dei tre, sorvegliato speciale, aveva il divieto d’uscire a quell’ora. È stato denunciato alla Procura della Repubblica per violazioni della sorveglianza. Tutti e tre sono stati proposti per un foglio di via da Santa Croce Camerina. Infine i militari della locale stazione, nella mattinata di domenica, hanno rinvenuto in un canneto un altro motorino, sicuramente abbandonato lì di proposito dall’utilizzatore che – ovviamente – non si è fatto trovare nei paraggi. I militari altro non hanno potuta fare che recuperare e restituire il mezzo al proprietario a cui era stato rubato proprio il giorno prima a Marina di Ragusa.

Redazione

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...