Consiglio Comunale, Giovanni Puglisi si dimette: “Il nostro ruolo non ha più senso”. Entra Di Marco

668

Giovanni Puglisi ha consegnato nelle mani del sindaco le sue dimissioni dalla carica di consigliere comunale. Puglisi, eletto nella lista ‘Il Paese che vogliamo’ – la stessa del primo cittadino -, ha preso da tempo le distanze dall’amministrazione, dichiarandosi indipendente e, anzi, schierandosi apertamente con il gruppo di opposizione. “Il ruolo del Consiglio comunale è assolutamente inconsistente nell’amministrazione della città – dice Puglisi nella lettera in cui spiega le motivazioni che lo hanno portato a rinunciare all’incarico -. La situazione, già di per sé frustrante, è aggravata dall’assenza di un dialogo costruttivo ed efficace fra sindaco, amministrazione e Consiglio comunale, fatto reso tangibile dai tempi oltremodo lunghi in cui vengono trattate interrogazioni e interpellanze provenienti dai consiglieri”. Ma un elemento di ulteriore rottura è la Mediale, lo stesso che portò Puglisi fuori dalla maggioranza: “Problemi consistenti e annosi non solo non vengono portati a conclusione, ma vengono aggravati ancor di più da ulteriori provvedimenti che, nel caso della ditta che gestisce il servizio idrico integrato, potrebbero ritorcersi anche patrimonialmente nei confronti dei consiglieri e dei Consigli comunali che si sono succeduti nel corso degli anni senza riuscire a districare la situazione finanziaria che contrappone la ditta in questione e il Comune”. Puglisi, che ha da sempre contestato al sindaco il mancato rispetto dei patti elettorali sul tema dell’acqua pubblica, ringrazia i suoi elettori e fa spazio al primo dei non eletti alle ultime amministrative: Salvatore Di Marco (Gruppo Agricoltori).

Redazione

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...