Accolte al cimitero le salme di due giovani senza identità: sono vittime di uno sbarco clandestino

999

In silenzio, così come sono arrivati, se ne sono andati decine e decine di uomini, donne e bambini, stroncati da un destino crudele mentre cercavano una nuova vita affrontando le insidie del mare. Oggi, 26 luglio, Santa Croce Camerina ha dato degna sepoltura alle salme di due dei tanti uomini che il 29 giugno, insieme ad altri connazionali, hanno perso la vita soffocati nella stiva di un barcone che li trasportava verso le nostre coste. Di loro non si conosce nulla, ma la nostra piccola comunità ha voluto ugualmente mettersi a disposizione, come hanno fatto molti altri comuni, nell’offrire un posto per conservare le loro umane spoglie. Il sindaco Franca Iurato, accompagnata da alcuni rappresentanti del comune, ha accolto l’arrivo delle salme presso il cimitero cittadino con una cerimonia informale e silenziosa, rispettosa verso due giovani vite che nella ricerca di un futuro migliore hanno trovato, purtroppo, ad attenderli la morte.

Antonella Galuppi

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...