Bullismo e atti vandalici: la ditta degli autobus minaccia sospensione del servizio agli studenti pendolari

1.334

A seguito di precise segnalazioni di ripetuti e ingiustificati atti di vandalismo sugli autobus della ditta Tumino, utilizzati per il trasporto degli alunni pendolari delle scuole dell’obbligo e delle scuole medie superiori da Santa Croce Camerina a Ragusa, si è tenuto un incontro, scarsamente partecipato, presso la biblioteca comunale, presieduto dall’assessore Giansalvo Allù. Sono stati chiamati in causa in primis gli alunni pendolari degli istituti superiori Galileo Ferraris ed Ettore Maiorana che usufruiscono dello stesso autobus (non è escluso che lo stesso mezzo venga utilizzato anche dagli studenti dell’ istituto dei Salesiani di Corso Italia). Sedili danneggiati, porte bloccate e sporcizia oltre misura, uniti a veri e propri episodi di bullismo, mettono a rischio la sicurezza dei giovani viaggiatori. La ditta Tumino ha minacciato di proseguire il servizio per gli alunni sopracitati e il Comune di Santa Croce Camerina, rappresentato anche dalla dottoressa Donzelli, dirigente per i servizi sociali, e dalla signora Fidone, dell’ufficio servizi scolastici, culturali e tempo libero, saranno disponibili a ricevere, in maniera informale, chi tra giovani studenti e genitori non vorrà esporsi all’opinione pubblica, ma vuole contribuire ugualmente al dialogo con le Istituzioni per il raggiungimento del rispetto delle regole che sono alla base della sicurezza di tutti coloro i quali usufruiscono degli autobus oltre che delle norme del vivere civile. La ditta Tumino – trasporti è già in possesso di numerose fotografie  e testimonianze verbali degli episodi incresciosi citati prima che, addirittura, hanno costretto più volte l’autista a fermarsi durante il viaggio per ristabilire l’ordine. I genitori, intervenuti in assemblea, si sono mostrati pronti a collaborare, ma chiedono altresì alla ditta Tumino di garantire, proprio in nome della sicurezza, ad ogni studente un posto a sedere sull’autobus. I giovani studenti santacrocesi ed extracomunitari, insieme protagonisti dei gravi episodi riferiti, sono stati opportunamente avvertiti: non è escluso, infatti, che possano essere al più presto denunciati alle autorità competenti qualora dovesse verificarsi il proseguirsi di tali gravi segnalazioni.

Giusy Zisa

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...