Le spaccano il finestrino dell’auto mentre porta le figlie in chiesa: riesplode l’emergenza sicurezza

1.002

Furti e scassi non lasciano dormire in pace i santacrocesi. Su Facebook monta la polemica nei confronti di un’Amministrazione “poco attenta”. Domenica mattina, dopo aver accompagnato le figlie in chiesa, una signora ha trovato il finestrino dell’auto in mille pezzi. I ladri avevano tentato l’incursione ma non hanno portato via granché. E’ successo prima di mezzogiorno. Già qualche giorno fa un commerciante, G.V., era incappato nella stessa situazione. E sempre domenica, in via Diana, a pochi isolati dall’Istituto Sacro Cuore, si è verificato un furto all’interno di un’abitazione. Sicurezza, questa sconosciuta… Ma a seminare un malumore fuori dal comune, al di là dell’esiguo bottino di cui si sono impossessati i malviventi, è il mancato funzionamento delle telecamere di sorveglianza: “Certo, mettere in moto il sistema di sorveglianza è molto impegnativo – si sfoga, su Facebook, il marito della donna vittima dello scasso -. Magari se queste telecamere servissero per fare multe sarebbero state già operative da un po’. La sicurezza dei cittadini, invece, è cosa poco rilevante e da mettere in secondo piano. In giro c’è lo schifo più totale e anche le forze dell’ordine sono con le mani legate. Penso che sia dovere dell’Amministrazione chiedere sicurezza per la città. O dovremmo essere noi cittadini a chiedere un confronto al prefetto?”.

Redazione

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...