Punta Braccetto, incontro a Santa Croce per la nuova rete fognaria

579

“E’ da anni che a Punta Braccetto, frazione che ricade su due territori comunali, Ragusa e Santa Croce Camerina, stiamo cercando di portare avanti dei progetti in sinergia tra le due Amministrazioni comunali. Qualche passo avanti è stato compiuto ma molto altro resta ancora da fare. Ecco perché, con riferimento alla realizzazione della rete idrica e fognaria che dovrebbe sorgere nella frazione, abbiamo pensato sia necessario fare il punto, assieme ai proprietari residenti e non per individuare i migliori percorsi da attuare”. E’ quanto afferma Antonio Di Paola, rappresentante dell’associazione Per Punta Braccetto, con riferimento all’incontro che è stato convocato per lunedì 17 agosto e che si terrà a Santa Croce Camerina, nei locali dell’aula consiliare, a partire dalle 10. “Abbiamo chiesto la disponibilità al sindaco di Santa Croce – afferma Di Paola – di potere fruire di un luogo per un appuntamento istituzionale. Ci saremmo pure potuti incontrare in un bar. Ma potere tenere la riunione in un posto come il palazzo di Città di una delle due Amministrazioni comunali che interagiscono con la nostra realtà rivierasca assume un senso particolare. Vogliamo sensibilizzare sia il Comune di Ragusa sia quello di Santa Croce a trovare delle forme di collaborazione per potere arrivare alla concretizzazione di progetti importanti a vantaggio della nostra zona. Punta Braccetto continua ad essere apprezzata da turisti e visitatori, sempre di più. E i residenti che ci abitano ormai da tempo, che l’hanno scelta in tempi non sospetti per il particolare fascino che arriva da questa zona, si attendono che i principali problemi possano essere risolti. Ora, la questione della rete idrica e della rete fognaria non è facile da definire. Ma allo stesso tempo sappiamo che solo attraverso un’azione comune si potrà delineare un percorso che dovrà impegnarci tutti a raggiungere un traguardo che, al momento, sembra parecchio lontano. Abbiamo invitato a partecipare anche numerose autorità. Proprio perché vogliamo che questo confronto di lunedì possa essere il più proficuo possibile e ci serva a tracciare una sorta di cronoprogramma che impegni ciascuna delle parti in causa a portare avanti il proprio impegno secondo un calendario ben definito. Di parole ne abbiamo sentite parecchie in questi ultimi anni, qualche fatto c’è pure stato. Ma ora vogliamo portare avanti una nuova strategia di sensibilizzazione per la concretizzazione di risposte efficaci”.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...