Intervista ad Agnello: “P.Braccetto? Serve scatto di coraggio. Sulla ZTL…”

833

Il consigliere comunale Luca Agnello, in questa nostra intervista, è entrato negli argomenti che in questi ultimi giorni hanno tenuto banco per quanto riguarda la politica locale. Gli abbiamo chiesto cosa pensasse della diatriba scaturita dall’omelia del Vescovo Emerito, Monsignor Carmelo Ferraro, e il sindaco di S.Croce, Franca Iurato sulla questione Punta Braccetto. Ebbene, Agnello non si vuole esercitare nell’appiccicare torti o ragioni a nessuno, anzi esorta tutti i protagonisti diretti e indiretti di questa storia, a non guardare il dito ma piuttosto la luna. Ovvero: “Le problematiche della frazione sono state attenzionate adeguatamente dalle Amministrazioni a cui appartiene? A me sembra assolutamente di no! Ci vorrebbe uno scatto di coraggio per affrontare e risolvere quella problematica relativa all’acqua potabile. Le passate amministrazioni di Ragusa e S.Croce avevano iniziato un certo percorso che poi probabilmente per qualche ragione si è interrotto, aldilà di qualche sterile approccio. Cosi è stato pure per la fognatura e per la viabilità. La storia che certi problemi deve affrontarli il Comune di Ragusa, regge fino ad un certo punto, non siamo nel Medioevo quanto le città erano recintate. Nel territorio ricadente nel Comune di Ragusa abitano tantissimi santacrocesi, compreso il Vescovo Ferraro. Quindi di che cosa stiamo parlando? Non possono esserci santacrocesi di serie “A” e quelli di serie “B”, che hanno il solo torto di abitare nella parte forse sbagliata. Per quanto riguarda la Z.T.L. di Punta Secca, voglio aspettare i dati delle multe che sono state inflitte a cittadini sicuramente ignari o in buona fede che hanno infranto le regole della telecamera, messa a salvaguardia delle persone, dicono “loro”, io dico per far… Domando: e se le infrazioni fossero in  aumento, l’amministrazione le ritiene un successo o che cosa? La mia non vuole essere una polemica, semplicemente tentare di capire gli orientamenti altrui. Nel caso che le sanzioni emesse fossero aumentate mi riservo di presentare interrogazione all’amministrazione per capire meglio e cercare di dare un contributo di idee, come ad esempio il coinvolgimento degli operatori economici del posto per sapere se la Z.T.L. li ha avvantaggiati oppure danneggiati. Comunque, a mio parere cose che non funzionano ce ne sono tante, ed è perfettamente deleterio far finta che tutto vada bene, si amministrano esigenze di cittadini, che sono anche tassati per questo”.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...