Cimitero, lotta all’abusivismo: bisogna rimuovere scalini e fioriere

636

Una determina dirigenziale circolata in questi giorni in città, sta creando un certo disagio ai cittadini. Di cosa si tratta è presto detto: “Si invitano tutti i concessionari di lotti cimiteriali ad eseguire le opere necessarie per rimuovere dagli spazi antistanti le proprie cappelle gentilizie o i propri monumenti funerari, tutti gli scalini, i marciapiedi e le fioriere sia fisse che mobili, al fine di assicurare il decoro architettonico del cimitero comunale. Il tutto deve essere eseguito entro l’1/3/2016. Agli inadempienti sarà avviato un procedimento di infrazione edilizia”. Questo in sintesi il contenuto dei volantini fatti circolare dall’Ufficio Tecnico Comunale. A fondo pagina trovate il testo completo del documento. Naturalmente una certa apprensione è iniziata a serpeggiare fra i tanti possessori di loculi e cappelle, che l’hanno interpretata come l’ennesimo balzello a loro carico, perché queste opere, seppur di scarso valore economico, sono comunque un esborso. Ci è arrivata una precisazione in merito da parte dell’assessore ai lavori pubblici Domenico Aprile, che chiarisce: “Ci si può rivolgere all’ufficio tecnico per chiarimenti e per verificare quali effettivamente opere bisogna rimuovere, senza creare nessun allarmismo. Esiste un regolamento di Polizia Mortuaria approvato con Consiliare n. 4/98, a cui non era stato mai dato corso, quindi è arrivato il momento di regolare questo fenomeno di piccoli abusi edilizi”.

Clicca qui per vedere la determina

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...