Da S.Croce a Shanghai con lo “scacciuni” nel cuore: la storia di Nino Scordo

1.040

Lasciare Santa Croce e i propri affetti in cerca di fortuna in un paese lontano: la Cina. Questo è quello che ha fatto Antonino Scordo, Nino per gli amici. Dopo aver tentato di trovare la propria strada nella ristorazione, gestendo un ristorante pizzeria, e non essendo riuscito ad ottenere le soddisfazioni sperate, nel lontano 2012 si è visto costretto a lasciare Santa Croce ed ha preso il volo, insieme a moglie e figlia, per trasferirsi nel continente giallo. Pian piano, affrontando non poche difficoltà, è riuscito a trovare una propria strada, a farsi conoscere ed apprezzare per le sue vere qualità. Oggi può considerarsi un uomo soddisfatto che lavora come executive chef presso l’Hotel Venice (5 stelle) che lo ha spinto a partecipare alla World Champion Pizza di Shanghai. Insieme ai 58 finalisti, Nino si è classificato al primo posto, presentando una pietanza tutta siciliana: “u scacciuni”. Sono piccole-grandi soddisfazioni che aiutano ad andare avanti con non poche difficoltà, in un ambiente diverso da quello a cui si era abituati, ma con il cuore che batte sempre forte per la propria terra, dalla quale spera di tornare… un giorno.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...