Trasporto pendolari, il sindaco chiude: “Non possiamo più pagarlo solo noi”

737

All’indomani della decisione di promuovere una raccolta firme per garantire il trasporto gratuito degli studenti pendolari, il sindaco di Santa Croce Franca Iurato, con un post apparso su Facebook, ha fatto il punto della situazione. E ha sottolineato come siano stati i genitori, nello scorso gennaio, a decidere di non spalmare la somma disponibile per il trasporto alunni su tutto l’anno solare, ma anticiparla tutta o quasi fino a giugno, pur di non sborsare il 35% di tasca propria. “Tutti erano consapevoli – fa notare il sindaco – che il problema si sarebbe riproposto a settembre, ma le famiglie scelsero la situazione più comoda. Il trasporto alunni da questo momento non può più essere tutto a carico del comune”. Il primo cittadino rinnova l’invito, a chi non lo avesse ancora fatto, a presentare la documentazione ISEE entro il prossimo 12 agosto, pena l’associazione alla fascia più alta di contribuzione.

Ecco la nota integrale di Franca Iurato:

“A gennaio di quest’anno corrente, nell’incontro fra amministrazione e genitori di alunni pendolari, fu presa la decisione – fortemente voluta dai genitori presenti – di NON spalmare la somma disponibile per il trasporto alunni per TUTTO l’anno solare in corso, ma di anticiparla TUTTA o quasi, fino a giugno, cioè a copertura dell’anno scolastico, perché altrimenti le famiglie avrebbero dovuto contribuire per il 35%di tasca propria. Le famiglie scelsero la soluzione apparentemente più comoda, cioè la copertura fino a giugno 2016, per TUTTI, CONSAPEVOLI COMUNQUE che il problema si sarebbe riproposto già a settembre 2016.
Ricordo che i bilanci comunali non vanno ad anni scolastici, bensì ad anni solari, pare una banalità ma è importante sottolinearlo.
Adesso, come TUTTI SAPEVAMO, genitori e studenti inclusi, il problema si è ripresentato: da settembre 2016, il trasporto alunni NON Può essere tutto a carico del Comune.
Gli emendamenti al bilancio proposti dall’opposizione nello scorso consiglio, (compresi 3000 euro tolti dalle somme previste per l’arredo scolastico dei bambini di elementari e medie )per coprire in parte le spese di trasporto, avrebbero riguardato IN OGNI CASO i SOLI primi TRE mesi di anno scolastico, cioè ottobre, novembre e dicembre; non riguardano L’ANNO 2017.
Quindi, ribadisco, eventuali analoghi emendamenti che verranno proposti in nuova sede di consiglio non faranno apparire i soldi dal nulla, bensì comporteranno storni e tagli ad altri servizi.
Per l’anno solare 2017, a partire dunque da gennaio, la somma disponibile per trasporto alunni pendolari si conferma in 161.354,00 euro.
Detto questo, invitiamo famiglie e studenti a presentare la documentazione Isee entro il prossimo 12 agosto , affinché si possa usufruire del contributo comunale ispirato a criteri di equità, trasparenza e legalità, scaglionato in base al reddito per l’INTERO ANNO 2017.
Chi non presenta la documentazione verrà automaticamente associato alla fascia più alta di contribuzione”.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...