Il Bilancio del sindaco: “Toni da campagna elettorale, vero che non ci sono soldi”

673

A dieci giorni di distanza dall’approvazione del Bilancio di previsione 2016-18, arrivano le prime dichiarazioni del sindaco Franca Iurato, che su Facebook, attraverso una lettera aperta indirizzata ai cittadini di Santa Croce Camerina, fa il punto della situazione senza risparmiare frecciatine agli avversari politici. Sul Bilancio, la Iurato sottolinea che “l’Amministrazione ha messo in campo quanto più ha potuto, affinché si patisse il meno possibile; non ultimi, due dati rilevanti per la quadratura del bilancio, cioè 56000 euro – dalle indennità – lasciati dagli amministratori nelle casse dell’Ente e l’ottenuta rateizzazione di un grosso debito (euro 284166,19) in tre annualità di circa 95500 euro ciascuna per l’intervenuta sentenza di condanna da parte del Tribunale di Ragusa a seguito dell’opposizione ai decreti ingiuntivi promossi dalla Mediale S.r.l. per i consumi civici per gli anni 2008, 2009 e 2010”.

A proposito delle polemiche sulla realizzazione di un belvedere a Punta Secca, laddove sorgeva l’ex caserma della Guardia di Finanza, il sindaco sostiene che “un altro tasto dolente è la questione mutui in relazione all’ormai famoso Belvedere che sorgerà a Punta Secca. Sottolineo che tale progetto era già previsto nel programma elettorale presentato dal mio schieramento, che anche altri schieramenti promettevano l’abbattimento di quel rudere fatiscente e che, per la realizzazione di qualsiasi opera che non fosse di pertinenza privata ma pubblica, l’accesso a un mutuo fosse necessario, esattamente come si è sempre fatto per le opere di investimento (ben diverse dai servizi).
Quale altra alternativa? Lasciare il sito transennato e in balia del nulla? L’accesso a fondi di investimento alternativi rimane soltanto un miraggio. Come ebbi modo di dimostrare già in sede di Consiglio comunale, comunque, il mutuo acceso da questa Amministrazione, che comprende ANCHE (e, ribadisco, anche, perché include anche altro ) la realizzazione del Belvedere, incide in minima parte sulla somma che ogni anno il Comune sborsa alla voce “mutui”. Trovo molto pretestuoso il continuo attacco su un’opera la cui realizzazione è ed era voluta già nelle promesse elettorali”.

E parlando di attacchi pretestuosi, la Iurato si spinge oltre, alle elezioni del prossimo anno: “In un momento in cui si corre già a spron battuto per le prossime elezioni, con una campagna elettorale senza esclusione di colpi, ho voluto esporre – quanto più semplicemente possibile, sorvolando sullo scadimento di contenuti e di linguaggio utilizzati nei continui attacchi contro questa Amministrazione – alcuni degli argomenti caldi di questi giorni, sperando di aver chiarito qualche dubbio a chi, in buona fede, pensa che dire “non ci sono soldi” sia una bugia inventata al solo scopo di creare disagi e sofferenza. Siamo una piccola comunità, ci conosciamo tutti: comincia a diventare insopportabile e preoccupante la strumentale accusa di volere il male dei propri concittadini, che fomenta un clima di ostilità, ben oltre la normale dialettica politica”.

L’INTERVENTO COMPLETO DEL SINDACO IURATO

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...