Il sindaco vieta i botti di fine anno: per i trasgressori multe da 50 a 500 euro

761

Divieto d’accensione e lancio di fuochi d’artificio, sparo di petardi, scoppio di mortaretti, razzi ed altri artifici pirotecnici nei giorni 31 dicembre e 1 gennaio: con l’ordinanza n.10 del 27 dicembre 2012, il sindaco Franca Iurato ha deciso di vietare i botti di fine anno. Secondo il primo cittadino l’accensione e il lancio di fuochi d’artificio e di petardi sono “causa di disagio e oggetto di lamentele da parte di molti cittadini, soprattutto per l’uso incontrollato da parte di quanti non rispettano le precauzioni minime d’utilizzo e/o per la presenza di minori”. L’Amministrazione, che “si appella al senso di responsabilità individuale e alla sensibilità collettiva”, ordina quindi “di non utilizzare prodotti pirotecnici, anche se di libera vendita, in tutto il centro urbano, borgate comprese” e dispone che “la verifica della presente ordinanza è demandata alla Polizia Municipale e agli altri organi di vigilanza”. Le violazioni saranno punite con la sanzione amministrativa che va da 50 a 500 euro. Ma saranno veramente in grado le poche forze dell’ordine presenti sul nostro territorio di controllarlo tutto quanto?

LEGGI QUI L’ORDINANZA

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...