La guerra ai rifiuti di Fare Ambiente prosegue: “Sanzioni severe per gli incivili”

Mandarà: "Spero che il sindaco sia inflessibile"

1.091

Il comune di Santa Croce Camerina ha dichiarato da qualche tempo ‘guerra’ ai rifiuti e a coloro che decidono di abbandonare i propri scarti al di fuori delle aree preposte alla loro accoglienza. L’attività di controllo a tappeto del territorio, iniziata da qualche mese, sta proseguendo a ritmo spedito durante il periodo estivo: “Abbiamo ingaggiato una vera e propria battaglia morale – dice il Sindaco Giovanni Barone – nei confronti di chi pensa di poter lasciare i peggiori segni del proprio passaggio sul nostro territorio”. “Qualcuno ancora confonde  – dice Salvatore Mandarà di FareAmbiente – il servizio della raccolta differenziata con uno dei gesti più inqualificabili di inciviltà, che è appunto quello di gettare immondizia ai bordi delle strade o in aree nascoste, deturpando l’ambiente”.

I risultati ottenuti finora sono positivi anche se “bisogna puntare – sottolinea Mandarà – anche sulla comunicazione diretta, sulla prevenzione e sulla repressione per chi utilizza gesti irrispettosi della civile convivenza. Il mantenimento del decoro urbano ha infatti bisogno della collaborazione di tutti”. Quella dell’abbandono dei rifiuti è una pratica terribilmente diffusa che sembra non arrestarsi: “Siamo coscienti del fatto che questo fenomeno attiene unicamente al senso civico di ognuno – conclude Mandarà – Ma l’unica arma efficace che abbiamo, oltre al controllo del nostro pur vasto territorio, è quella di poter sanzionare tutti quei soggetti che si rendono responsabili di atti vergognosi nei confronti dell’ambiente. E su questo aspetto speriamo che anche il sindaco detentore della delega all’ambiente sia inflessibile”.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...