La piaga dei volantini pubblicitari. Fare Ambiente: “Portano soltanto degrado”

"Bisogna segnalare e punire chi non si attiene ai regolamenti comunali"

993

Cassette della posta piene di brochure e depliants promozionali che finiscono per terra, specialmente se lasciati in case disabitate. I marciapiedi sono invasi dalle cartacce: sulle auto e sulle maniglie delle porte. “Basta con i volantini pubblicitari che sporcano la città: deve intervenire la Polizia Municipale, cosi come è avvenuto stamattina su indicazione del sindaco Giovanni Barone, affinché si cominci veramente a multare chi inzacchera il paese. Questi comportamenti – spiega il coordinatore di Fare Ambiente Salvatore Mandarà – sono vietati e chi lascia i volantini senza autorizzazione comunale va multato. Queste agenzie di volantinaggio agiscono indisturbate, non rispettando neanche chi non accetta questo tipo di pubblicità inquinante. I disagi sono diversi: l’effetto che deriva da questo comportamento è il degrado nei luoghi in cui viene diffuso il materiale promozionale. I volantini cadono a terra, danno un senso di sporco, inquinano e deturpano l’ambiente, aumentando anche il lavoro di chi si occupa del servizio di spazzamento delle vie nel centro storico. E infastidisce le casalinghe che quotidianamente puliscono davanti casa propria. Non solo: in alcuni casi i volantini rischiano anche di macchiare i vetri delle auto, perché vengono lasciati sotto il parabrezza senza alcun accorgimento. Eppure individuare e multare chi abbandona volantini senza permesso non dovrebbe essere così complicato: basta maggior senso civico nel segnalare al comando dei vigili urbani, solo cosi riusciamo a rispettare e far rispettare la nostra città”.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...