La Ragusa-Catania si farà. M5s: “Governo ha mantenuto gli impegni”

Il vice ministro alle Infrastrutture ha annunciato l'ok del Cipe per il 19 dicembre

436

“Non avevamo dubbi. L’impegno del vice ministro Cancelleri è stato sempre improntato sulla concretezza. Nessuna promessa e nessuna fuga in avanti, solo lavoro senza sosta. Fondamentale, inoltre, la grande capacità di coinvolgere in questo percorso anche quei sindaci che si erano mostrati riottosi e sfiduciati fin dall’inizio. Andiamo avanti così e fra dieci giorni chiuderemo uno dei capitoli più importanti del nostro territorio. Quanto stabilito oggi testimonia la grande attenzione del governo Conte per il nostro Mezzogiorno. Se riparte economicamente il sud e la Sicilia riparte l’Italia. Morale, la strada si farà, sarà totalmente pubblica, senza pedaggio e sarà un fiore all’occhiello del sistema infrastrutturale nazionale. Quanto stabilito nel corso del Pre Cipe di ieri è un passo storico”. A dichiararlo sono i deputati del Catanese del Movimento 5 Stelle all’Ars Francesco Cappello, Jose Marano, Angela Foti e Gianina Ciancio, i portavoce siracusani Giorgio Pasqua Stefano Zito e la deputata ragusana Stefania Campo a proposito dell’intesa raggiunta a Roma al Pre Cipe, il Comitato interministeriale per la programmazione economica (CIPE) riunito ieri pomeriggio in sessione preparatoria a Roma a Palazzo Chigi nella quale è emerso che sono tutti presenti le condizioni per la delibera definitiva che avverrà il 19 dicembre 2019. Anche se dalla Regione lasciano trasparire qualche perplessità sui 390 milioni che il governo ha chiesto in “prestito” a Palermo (oltre ai 217 già stanziati in partenza) per la realizzazione dell’opera.  

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...