Calcio, il Santa Croce col Pedara ritrova Leone. Ferraù: “Dieci finali”

Si ricostituisce la coppia d'attacco con Reinero. Gli avversari sono in lotta per la salvezza

377

La sesta giornata di ritorno del campionato di Eccellenza mette in calendario l’importante sfida fra lo Sporting Pedara e il Santa Croce. La squadra di mister Gaetano Lucenti ritorna a giocare in trasferta e lo farà con l’intento di dare continuità ai buoni risultati ottenuti negli ultimi due turni. Il confronto, naturalmente, non è dei più facili con i locali impelagati in piena zona playout e alla ricerca di punti per distanziare le dirette concorrenti. Gli etnei, dopo il tonfo casalingo contro la capolista Paternò, vengono da un ottimo pareggio esterno a Mascalucia contro la San Pio X. Ciò conferma che lo Sporting Pedara è un avversario da prendere con le pinze e proprio per questo motivo il trainer biancazzurro in settimana ha lavorato sodo per preparare ogni piccolo particolare. Il “Cigno” vuole continuare la striscia positiva e domenica avrà un’arma in più con il rientro del suo bomber principe Ciccio Leone. Il funambolico attaccante biancazzurro andrà così a fare coppia con Ariel Reinero (17 goal stagionali in totale per i due attaccanti) e attenderanno le intuizioni del fantasista Floridia e di Leandro Di Rosa per rendersi pericolosi sotto porta.

Chi ha ingranato la marcia è invece il centrocampista Cristian Ferraù (nella foto) che dall’assenza di Simone Iozzia, ha preso le redini del centrocampo facendo vedere le sue ottime doti tecniche. Assente per squalifica Angelo Gravina per squalifica, mentre, forse andrà in panchina proprio Iozzia che sembra aver superato dai fastidi muscolari. “Non conosco bene lo Sporting Pedara, ma andremo lì per fare bene – dice Cristian Ferraù – Da ora inizia un nuovo campionato e queste ultime dieci gare che restano dobbiamo affrontarle come se fossero delle finali. Dobbiamo essere ambiziosi e nelle prossime due gare ci giocheremo tutto. Se una squadra non ha sogni o ambizioni è inutile scendere in campo. Certo, l’obiettivo primario è la salvezza, ma ciò non ci deve frenare a pensare in grande. Il Pedara ci metterà sicuramente in difficoltà e il campo in terra battuta riserva molte insidie. Per questo motivo affronteremo la gara con il massimo rispetto per i nostri avversari, ma siamo in grado di fare bene e continuare la mini serie positiva iniziata a Mascalucia”. La gara si giocherà domenica pomeriggio alle ore 15 allo Stadio Comunale di Viagrande (forse a porte chiuse), a dirigere sarà il signor Salvatore Marco Testaì della sezione di Catania che sarà collaborato dalla signora Cristina Lunelio e dal signor Paolo Caracciolo sempre della sezione etnea.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...