Calcio, Eccellenza: il Santa Croce saluta i playoff, 2-2 col Belvedere

La formazione di Lucenti rimonta con Leone e si lamenta per la direzione dell'arbitro

479

Il Santa Croce non è andato oltre il pareggio nello scontro di domenica pomeriggio contro il Real Siracusa (2-2). Una gara stregata per i biancazzurri che sono stati costretti ad inseguire gli avversari e, come si evince da un comunicato stampa della società, “si sono visti negare almeno tre rigori netti che sarebbero stati il fine giusto per una legittima vittoria”. Il Cigno in tutti i novanta minuti ha subito tre conclusioni nello specchio della porta, due finalizzate dagli ospiti con le reti di Midolo e Melluzzo e un calcio di punizione ben parato dal giovane Salerno. Di contro la pressione dei biancazzurri che ha portato alla doppietta di Ciccio Leone e, nella seconda frazione di gioco, “l’inopinata decisione del direttore di gara di negare due rigori sacrosanti al Santa Croce (le immagini sono implacabili) che potevano cambiare le sorti del match”. A fine gara l’analisi del tecnico Gaetano Lucenti: “Sono soddisfatto della prestazione della squadra e accettiamo il verdetto del campo. Dopo la riunione che ho avuto con la società la scorsa settimana, abbiamo deciso insieme di puntare a far giocare più giovani possibile e devo dire che si sono ben comportati. La squadra mi è piaciuta e solo per sfortuna non siamo riusciti a far nostra la gara. Non commento l’operato del direttore di gara perché le gare non si giocano con i se e con i ma, dico solo che il Real Siracusa è stato bravo a saper sfruttare le proprie occasioni e non soprattutto nel secondo tempo abbiamo peccato di imprecisione. Archiviamo questa gara e da martedì pensiamo alla gara di Acicatena nella quale affronteremo una squadra che è in piena lotta per evitare i play out”.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...