“Il sindaco si è perso la pandemia”: Pd e Articolo 1 all’attacco sulle imposte

"Barone, però, ha continuato a liquidarsi la sua indennità per intero". La nota

592

“Il Sindaco e la sua giunta hanno approvato le imposte e le tasse per l’anno 2020 ed indovinate cosa si sono inventati? Niente! Niente, hanno lasciato tutto come l’anno scorso!”. Inizia così la nota di Partito Democratico e Articolo 1, che tornano alla carica e pungono l’Amministrazione. “Come se non fosse successo niente, come se non fossimo stati costretti a rinchiuderci dentro per tre mesi; come se non avessimo fermato le nostre attività, come se non si fossero azzerati i nostri stipendi! Secondo la visione di questo sindaco tutto è andato come l’anno scorso. Per lui probabilmente è stato così, infatti ha continuato a liquidarsi la stessa indennità, ma per molti cittadini le cose sono andate diversamente”.

“Siamo di fronte ad una depressione economica senza precedenti – prosegue la nota – le cui ripercussioni si stanno toccando con mano. Il governo nazionale e regionale hanno varato misure straordinarie che hanno portato, direttamente o indirettamente, nelle casse del Comune circa 500.000,00 euro ed adesso c’è necessità che anche il nostro Ente faccia la sua parte: deve venire incontro ai cittadini, deve dare un segnale importante per la ripresa”.

“Lasciare immutate le tasse in presenza di una forte crisi economica e di una diminuzione dei redditi, equivale ad effettuare un aumento delle stesse tasse. Questo è semplicemente vergognoso! L’ ultimo baluardo di dignità sono i consiglieri comunali: facciamo appello al loro senso di responsabilità affinché boccino senza se e senza ma tali provvedimenti che colpiscono ancora di più la nostra comunità: abbiate coraggio!”. A proposito di Consiglio comunale: ne è stato convocato uno per martedì prossimo alle 19 in biblioteca comunale.

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...