Barone replica a Pd e Articolo 1: “La loro è una campagna denigratoria”

Il sindaco: "Non percepisco l'indennità dal 2018. Tasse? Non possiamo abbassarle a tutti"

608

“Purtroppo mi ritrovo a replicare ad una parte del PD ed Articolo 1 – dichiara il sindaco Giovanni Barone -, che continuano la loro campagna denigratoria verso questa amministrazione. L’ultima falsità uscita dal cilindro, riguarda la liquidazione dell’indennità mia e della giunta. Faccio presente che, per input dell’Amministrazione, la mia indennità, già decurtata del 50% in quanto dipendente pubblico, è ferma al dicembre 2018. Anche gli assessori non percepiscono la loro indennità da molti mesi.”

Il sindaco inoltre replica sull’approvazione delle tariffe sulle imposte per l’anno 2020 uguali a quelle dello scorso anno. “Il discorso delle tariffe per l’anno in corso, è pura demagogia da parte del Pd. Questo perché il Bilancio dell’Ente non permette riduzioni delle tariffe. Inoltre nello schema di bilancio è previsto un capitolo a titolo di contributo per le imprese a fronte dei tributi comunali rapportati al periodo di chiusura effettiva a causa dell’emergenza sanitaria da COVID-19. Nello schema di bilancio è previsto uno stanziamento di € 30.000,00 a titolo di contributo per tutti gli operatori economici che sono stati costretti alla chiusura dell’attività con tutte le conseguenze che hanno dovuto subìre. Abbassare le tariffe – continua Barone – avrebbe significato abbassarle per tutti. E non tutto il mondo del commercio ha chiuso a causa del Coronavirus. Ci sono state attività commerciali che hanno continuato a lavorare senza alcuna conseguenza. Quindi, perché abbassare le tariffe per tutti, quando chi ha lavorato è nelle possibilità di far fronte alle imposte, rispetto a chi non può? Il fondo è mirato esclusivamente a tutti coloro che hanno dovuto abbassare la saracinesca con ingenti danni economici. Inoltre il Comune potrà usufruire, oltre al Bilancio e per la prima volta, della somma di € 200.000,00 dei Fondi Ex Insicem per le imprese in difficoltà in contributo in conto interesse ed in conto ricapitalizzazione. Un altro fondo è previsto per tutti quei soggetti che hanno subito danni a causa del COVID-19 più un fondo per prestiti agevolati.”

Anche sulla beneficenza da parte degli amministratori il Sindaco aggiunge: “Durante l’ultimo consiglio comunale è stato deliberato che ogni amministratore verserà a titolo di donazione e a suo piacimento, una somma che verrà devoluta alla città.”

Ricevi aggiornamenti in tempo reale direttamente sul tuo dispositivo, iscriviti ora.

Potrebbe piacerti anche
Caricamento...